Bassa adesione a sciopero infermieri


Un mezzo flop. Lo sciopero degli infermieri e degli operatori sanitari organizzato dal Nursind, per l'intera giornata, ha registrato una bassa adesione: "circa il 10 per cento su tutto il territorio nazionale.

Con punte più alte in alcune regioni, tra cui la Toscana, il Veneto, la Sicilia, l'Abruzzo". Un dato inaspettato, che ha però una motivazione ben precisa, secondo Andrea Bottega, segretario nazionale Nursind: "molte aziende sanitarie hanno infatti fatto 'orecchie da mercante', asserendo di non aver ricevuto nessuna comunicazione in merito allo sciopero, precettando il personale dei reparti di degenza e dei pronto soccorso".

Un comportamento che ha però lasciato gli organizzatori della protesta "alquanto perplessi". Tracciando un bilancio della giornata di protesta, Bottega, senza tanti giri di parole, punta il dito contro il comportamento di numerose Asl, "colpevoli - afferma - di aver affossato lo sciopero".Il numero uno del Nursind è rimasto sconcertato dal comportamento di alcune Asl, sicuro invece della buona fede delle Regioni.

"So per certo - spiega Bottega all'ADNKRONOS SALUTE - che le Regioni hanno inviato i fax di comunicazione alle Asl. Ma molti direttori delle aziende, fino a ieri, hanno affermato di non saperne nulla. A quel punto la Commissione di garanzia del ministero della Funzione pubblica ha invitato le Asl a contingentare il personale di servizio.

Questo ha, di fatto, 'mozzato' la protesta". Necessario a questo punto fare luce su quanto accaduto. "La Commissione - sottolinea il segretario nazionale Nursind - è già al lavoro per stabilire le responsabilità. Nel caso venissero riscontrate inadempienze da parte dei dirigenti responsabili delle aziende, questi - conclude Bottega - saranno sanzionati con multe che vanno da 2,5 a 25 mila euro".


Pagina pubblicata il 03 novembre 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti