La delibera campana sugli IPP


Tre delibere sui generici licenziate a fine novembre dalla Giunta campana non hanno mancato di sollevare polemiche. Le delibere si trovano all'interno di una manovra da 14 milioni di euro per contenere il deficit della sanità, approvata il 26 novembre dalla giunta.

Una manovra, nata sull'onda della diffida del Governo in materia di sprechi sanitari, che ha come obiettivo quello di allontanare il rischio Commissariamento. Tra i farmaci coinvolti ci sono gli inibitori di pompa protonica (IPP); la delibera, infatti, come recita una nota della regione Campania, prevede, accogliendo le indicazioni dell'Agenzia Italiana del Farmaco del 20 febbraio 2007, il ricorso ai generici per due classi di medicinali: gli inibitori di pompa protonica e le statine. Per entrambe le classi si dispone l'equiparazione dei prezzi al livello dei farmaci equivalenti non coperti da brevetto. Inoltre, la Regione definisce le linee di indirizzo e le modalità operative da seguire per la prescrizione dei generici per tutte le classi farmacologiche, ogni volta ne esista la possibilità.

"Per il momento» spiega al Giornale del Medico Federico Iannicelli, segretario regionale Fimmg. "è in vigore soltanto quella sui IPP, anche se abbiamo ottenuto che ne venisse rimandata la piena operatività a fine mese, per dare il tempo alle Asl di mandare l'informativa a tutti i Mmg e a noi di modificare i software per la prescrizione. Speriamo che anche per le altre sia stata accolta la stessa richiesta".

La delibera sugli IPP prevede che tutti i medici prescrittori devono effettuare prescrizioni di farmaci il cui costo per dose definita al giorno riferito al prezzo al pubblico non sia superiore al prezzo minimo di riferimento calcolato in euro 0,90. Devono cioè essere prescritti solo gli inibitori di pompa protonica a dosaggio pieno con costo entro euro 0,90 di dose definita giornaliera (Ddd).

È prevista comunque una deroga per intolleranze o possibili interazioni farmacologiche. In questi casi, come si legge nel testo della Regione, è necessario giustificare e documentare la diversa scelta terapeutica nell'ambito dell'aggiornamento della scheda sanitaria individuale del paziente e attestarla sulla ricetta nello spazio riservato alle note Aifa utilizzando il codice 148.

Pagina pubblicata il 10 dicembre 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo