Sistema ricerca da rifondare


"Non demonizziamo università ed enti. Se il sistema-ricerca non funziona in Italia, la colpa è anche del Paese, che ha voluto questa situazione per anni. Cominciamo a dire no al "posto a vita"istituendo controlli regolari ogni cinque anni per capire se si produce. Altrimenti si va casa". 

La ricetta arriva da Angelo Vescovi, biologo cellulare dell'Università Milano-Bicocca e dell'Ospedale Niguarda del capoluogo lombardo, a margine dell'incontro organizzato ieri all'Istituto superiore di sanità di Roma per fare il punto sulle sperimentazioni di cellule staminali contro la Sla (sclerosi laterale amiotrofica).

Ricercatore con un passato da precario, "8 anni, di cui i primi 5 gratis", e da cervello in fuga, Vescovi è disincantato quando guarda il panorama italiano. "Da anni in ricerca si investono pochissimi fondi, la dispersione è enorme. E i soldi spesso arrivano anche 10 anni dopo la fine dello studio cui, in teoria, erano destinati", dice all'ADNKRONOS SALUTE.Non solo.

"I precari sono tanti, anche perché i posti nelle strutture pubbliche sono praticamente a vita: una volta dentro non esci più. Sono disponibilissimo a essere valutato ogni cinque anni con criteri meritocratici e, nel caso di fallimento, anche a essere mandato a casa. Con il sistema di oggi, infatti, le strutture invecchiano".

Insomma, il problema non è solo quello dei 'baroni', "che pure ci sono. E' che il sistema è stato costruito male. Dobbiamo aiutare a ricostruirlo in modo razionale", aggiunge lo studioso. "Servono fondi, sennò i cervelli se ne vanno - avverte quindi Vescovi, confessandosi ogni giorno un po' più pentito per essere rientrato - Ma siamo seri: con meno dell'1% del Pil alla ricerca non si può chiedere agli studiosi di far volare le astronavi".



Pagina pubblicata il 01 dicembre 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo