Troppi bisturi in sala parto


Il rapporto Euro-Peristat sulla salute materno-infantile in Europa, indica che in Italia c'è una elevata propensione a partorire con taglio cesareo

 

"La posizione del nostro Paese nel complesso è intermedia e in linea con il resto dell'Europa occidentale, ma spicca il primato nei cesarei: con il 38% l'Italia surclassa tutti, anche il Portogallo che si ferma al 33%" spiega Marina Cuttini, responsabile dell'Epidemiologia dell'ospedale Bambino Gesù di Roma, coordinatrice per l'Italia del Progetto condotto in 26 Paesi europei.

In Slovenia e Olanda, infatti, i casi di taglio cesareo si fermano rispettivamente al 14% e al 15%. "E' importante dire che quello italiano è un dato non omogeneo: si va dal 22% della Valle d'Aosta, al 24% circa in Friuli e Toscana, per salire al 42% nel Lazio e addirittura al 62% circa della Campania", precisa Cuttini.

Un elemento che solo in parte, secondo l'esperta, è dovuto alle richieste materne. "Secondo le stime disponibili - prosegue - in appena il 7% dei casi è la mamma a chiedere un cesareo, e bisognerebbe capire bene perché lo fa. Certo, il medico vive questo approccio come sicuro, utile per una miglior programmazione e un maggior controllo dell'evento, anche a fronte dell'alta percentuale di donne che decide di avere il primo figlio dopo i 35 anni.

Ma il record dei cesarei evidenza un eccesso di medicalizzazione nel nostro Paese, che deve essere indagato e a mio parere contrastato". Altro elemento peculiare della realtà italiana, quello dell'episiotomia.

Si ricorre a questo approccio nel 10% dei parti vaginali in Danimarca, nel 16% in Inghilterra e fino al 52% in Italia, anche se il record questa volta spetta alla Spagna con l'82%.

Parto naturale dopo un cesareo, come decidere

Pagina pubblicata il 16 dicembre 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti