Il fund raising ai tempi della crisi


Chi salverà dalla bufera economica le Onlus che si occupano di ricerca e assistenza a chi fa i conti con le più diverse malattie? Più che le aziende private, alle prese con maxi-piani di ristrutturazione e conti in rosso, potrebbero essere i piccoli donatori.

Per ora il sistema di 'fund raising', secondo un primo bilancio degli addetti ai lavori, ha retto proprio grazie alla generosità dei cittadini comuni, che non hanno fatto mancare il loro contributo. Ma siamo solo agli inizi del 'grande freddo' e anche le associazioni più accreditate nel mondo della raccolta fondi per la ricerca scientifica hanno dovuto fare i conti con gli scossoni della recessione. I grandi sponsor cominciano a dare forfait, le imprese temporeggiano, i mercati immobiliari crollano, mettendo in difficoltà gli enti a cui sono stati donati edifici di valore.

Per non parlare di chi ha puntato sulla finanza per moltiplicare i fondi disponibili. Un'indagine condotta dall'Istituto donazione italiano su 100 organizzazioni no profit a febbraio di quest'anno, fa il punto sulla prima occasione di confronto fra i fund raiser e la crisi: le raccolte fondi di Natale 2008. Più di un terzo del campione, rileva il sondaggio, ha accusato perdite, un 43% non ha aumentato la proprie entrate. Solo il 21% è cresciuto. Nel complesso, però, i risultati dell'anno scorso sono salvi per il 72% degli intervistati che riferisce di non aver registrato perdite.

Il 2008, però, era ancora fuori dal periodo nero e non è indicativo di cosa succederà adesso che la recessione economica comincia a diventare sempre più tangibile. Ne sono consapevoli anche i responsabili delle organizzazioni: due su tre confessano di sentire che la crisi è già arrivata. Non se ne parla apertamente, ma fa paura.

Tanto che il 65% degli intervistati si dice pronto a modificare i propri programmi di fund raising per far fronte alle difficoltà. Le prime avvisaglie? "Qualche imprenditore che telefona intimorito, qualche contratto chiuso per difficoltà aziendali, i primi forfait di sponsor storici", elencano gli addetti ai lavori.

Pagina pubblicata il 12 marzo 2009

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti