Tutela privacy deve crescere insieme a tecnologie


In sanità l'attenzione alla sicurezza dei dati e alla riservatezza delle informazioni deve 'crescere' insieme alle tecnologie per la gestione e la cura dei pazienti. Lo chiede Giuseppe Chiaravalloti, vicepresidente dell'Autorità garante per la protezione dei dati personali, intervenuto ieri a Roma alla prima conferenza E-HealthCare.

"Lo sviluppo tumultuoso di sistemi informatizzati sempre più efficienti in questo settore - spiega - migliora molto la qualità delle cure, ma fa aumentare anche i rischi per la privacy dei cittadini". Con conseguenze pratiche anche serie, per la persona e per la collettività. "Si pensi - spiega Chiaravalloti - al pericolo che si può correre se i cittadini, non perfettamente certi della tutela della loro riservatezza, decidono di non ricorrere alle strutture sanitarie e non curarsi". In caso di malattie infettive il problema diventa sociale.

"Non si può e non si deve - continua - rinunciare per questo alla tecnologia. Ma bisogna vigilare e porre l'adeguata attenzione. E' questa la posizione generale del Garante che non mira a una tutela feticistica della privacy ma, piuttosto, a contemperare gli interessi, senza sacrificarne nessuno". L'attenzione alla tutela della privacy è, comunque, molto sentita da chi gestisce i dati sanitari.

"Abbiamo sempre più richieste di strumenti e sistemi di protezione dei dati da parte di Asl, ospedali, strutture sanitarie", ammette Vincenzo Costantino, responsabile della struttura tecnica di Symantec, azienda specializzata in soluzioni per la protezione di dati e tra gli sponsor della congresso.

Le interconnessioni tra diverse strutture e operatori della sanità sono sempre più diffuse. "E' necessario proteggere le informazioni sanitarie, considerate 'sensibili', da ogni forma di intrusione. Ma lavoriamo anche per evitare che i dati escano dalla struttura di riferimento per leggerezza dell'operatore o per possibili errori". Nel nostro Paese questo settore "è in fase di sviluppo - conclude - ma abbiamo già a disposizione strumenti più che efficaci di protezione".

Pagina pubblicata il 21 aprile 2009

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti