Indagine Acli, 'bocciate' Carte dei servizi Asl


A 15 anni dall'introduzione in Italia delle 'Carte dei servizi' nella pubblica amministrazione, un monitoraggio realizzato dalle Acli analizza i documenti prodotti dalle Aziende sanitarie locali. Un monitoraggio condotto in collaborazione con la Lega consumatori, che ha riscontrato una situazione di "sostanziale inadeguatezza".

Superano, infatti, di poco la metà (54%) le Asl che mettono a disposizione dei cittadini sul proprio sito la Carta dei servizi. Pochissime, inoltre, le Carte che contengono l'indicazione - prevista per legge - degli standard qualitativi. Il monitoraggio è stato realizzato via web dal Patronato Acli, monitorando 115 siti Internet delle Asl (su un totale di 196 Asl). Le Carte dei servizi - nate per garantire la trasparenza e l'efficienza delle strutture pubbliche nei confronti dei cittadini - risultano appunto elaborate da poco più di una Asl su due (54%), che rendono pubblico il documento sul proprio sito.

Nel 37% dei casi, invece, non c'è traccia alcuna del testo sul sito, e in altri casi (5%) la Carta viene citata, ma non è consultabile. Il 4% delle Aziende sanitarie ha scelto, poi, di elaborare documenti alternativi. E ancora.

Tra le Carte prodotte dalle Asl, appena due su 10 risultano elaborate in conformità con le disposizioni normative, che prevedono l'indicazione degli standard qualitativi (tempi di attesa, tempi di erogazione dei servizi, numero delle prestazioni) e la verifica di questi parametri nel tempo, per cui è richiesto un aggiornamento costante di questi documenti pubblici. Invece - riferisce una nota - la metà delle Carte dei servizi monitorate (51%) non mostra alcun riferimento temporale, il 12% appare redatto tra il 2002 e il 2006, e mai più aggiornato. S

olo il 36% dei documenti è redatto o rivisto dal 2007 a oggi."Nella maggior parte dei casi - commenta il Patronato Acli - ci troviamo di fronte a semplici vademecum informativi sulle strutture sanitarie e le prestazioni erogate". Di qui l'impegno, assunto nell'accordo da Acli e Lega consumatori, di attivarsi congiuntamente sul territorio "con iniziative di controllo e di sensibilizzazione - conclude il comunicato - per difendere il diritto all'informazione e alla partecipazione dei cittadini". postato da Associazione Vita di Donna @ 21.57.00  Link a questo post: Vedi link a questo post 

Pagina pubblicata il 07 giugno 2009

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo