Social network che cura, ecco il sostegno psicologico agli adolescenti


Il Ministero della Salute ha finanziato con 400 mila euro un programma di sostegno psicologico per adolescenti basato sui social network, che parte dalla Toscana.

Saranno interessate dal progetto in futuro Lombardia, Liguria, Puglia, Lazio, Umbria, Emilia Romagna, Campania.

Il progetto avrà le caratteristiche dell'educazione "peer to peer", saranno cioè ragazzi sotto i vent'anni, affiancati da psicologi, medici e comunicatori, a gestire le consulenze su Facebook, Google, Twitter, YouTube, Pinterest.

Questo progetto dimostra che quando c'è la volontà di essere utili nella pratica, e non ci si fa offuscare dai pregiudizi, si possono trovare strade nuove, efficaci e facilmente fruibili dai soggetti.

Da una ricerca in Toscana risulta che molti ragazzi (23%) guidano dopo aver bevuto, o assunto sostanze stupefacenti, o fanno sesso (40%) senza l'uso del preservativo.

Il progetto vuole diffondere stili di vita più sicuri, ascoltare i problemi dei ragazzi, spesso inquieti o infelici negli anni dell'adolescenza, istruire sulla sessualità e sulla riproduzione.

Non è facile trovare i giusti mezzi per incidere sui giovanissimi, che nella visione degli adulti oscillano fra una prolungata infanzia (è un angelo) e una precoce adultità (è un diavolo).

All'inizio dello scorso secolo i ragazzi del 99 furono chiamati a combattere sul fronte, e non avevano ancora 18 anni. Furono messi nelle trincee, e ne uscivano urlando, per domare il terrore, presi fra il fuoco del nemico e quello dell'amico, che li abbatteva se esitavano a uscire.

L'età media della prima gravidanza, soprattutto per le donne economicamente svantaggiate, era bassissima un tempo, e tante le donne, soprattutto giovani e povere, che lasciavano i loro bambini all'assistenza pubblica.

Per fortuna i ragazzi di oggi non vanno alla guerra e, salvo eccezioni, non fanno bambini. Resta il fatto che l'adolescenza è la fine della magia infantile e l'ingresso delle visioni mitologiche molto meno magiche, e molto più inquietanti, di vita e di morte, non più reali oggi, per fortuna, ma sempre presenti.

Speriamo che il social network, con i suoi peer educator, consenta allo Stato di accompagnare i ragazzi e le ragazze nella crescita, riducendo gli incidenti di percorso..

Lisa Canitano

Può anche interessare:

Ascolto e consulenza per adolescenti con disturbi alimentari

13 maggio 2012

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo