Case farmaceutiche più orientate al guadagno e meno alla ricerca


Per le case farmaceutiche verrebbe prima il profitto e dopo le scoperte mediche o scientifiche. Il British Medical Journal (BMJ) non la manda a dire ma va dritto al punto.
ricerca farmaceutica

La cosiddetta "crisi dell'innovazione", giustificata da una presunta problematicità scientifica nello scovare nuove molecole e nel mettere a punto nuove terapie, in realtà altro non sarebbe che un approccio orientato al guadagno e al marketing privilegiato dalle aziende farmaceutiche.

Lo scrivono sul BMJ due scienziati, Joel Lexchin della York University di Toronto e Donald Luce, dell'University of Medicine del New Jersey.

Secondo i due studiosi "La situazione dello sviluppo di nuove molecole è rimasta ferma a 50 anni fa e gli incentivi per lo sviluppo di farmaci sono sbagliati e hanno distorto i comportamenti all'interno del settore".

La denuncia è pesante e argomentata. Il 25% dei ricavi delle multinazionali farmaceutiche finisce nel marketing, mentre soltanto l'1,3% viene dirottato sulle attività di ricerca.

Le case farmaceutiche sostengono che "il costo per portare un nuovo farmaco sul mercato è di circa 1 miliardo di dollari", spiegano i due scienziati che però riferiscono che a fronte di un aumento sostanziale tra il 1995 e il 2010, "pari a 34,2 bilioni di dollari, i ricavi per le società sono aumentati di 6 volte più velocemente. E le aziende evitano di menzionare questo straordinario ritorno economico".

In sintesi, secondo i due ricercatori, la ricerca deve essere incentivata con fondi dedicati alle attività serie.

Motivo per cui i gli scienziati chiedono alle autorità mondiali che sovrintendono al controllo dei farmaci di dare uno stop "all'approvazione di nuovi farmaci di scarso valore terapeutico e offrire premi in denaro in sostituzione della copertura brevettuale solo per molecole veramente nuove".

9 agosto 2012

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo