La Sanità del Lazio migliora grazie a Zingaretti, che brutta propaganda


La comunicazione di Zingaretti: Sanità del Lazio, aumenta la percentuale delle fratture al femore operate entro le 48 ore, quella degli interventi di angioplastica, mentre diminuiscono i cesarei.

Nicola Zingaretti

Agli annunci roboanti di Nicola Zingaretti noi non ci faremo mai l'abitudine. Lui riuscirà sempre a scandalizzarci ed a farci innervosire. Dopo quello recente sull'eliminazione dei tetti di spesa per le cure salvavita, circostanza in cui ha taciuto sul fatto che il prevedimento riguardava la sanità privata accreditata e convenzionata, oggi c'è la presentazione dei dati che raccontano come le cure del Servizio sanitario regionale siano migliorate (ovviamente grazie al Governatore).

In una nota sul sito della Regione Lazio si legge: "La Regione presenta alcuni risultati positivi ottenuti rispetto agli obiettivi assegnati ai nuovi direttori generali. I dati si riferiscono al periodo che va da giugno a dicembre del 2013".

Qui già arricciamo il naso. Infatti Zingaretti ha indicato i nomi dei nuovi direttori generali solo nel gennaio del 2014, come riportato nella nota della Regione Lazio datata 14 gennaio 2014.

Ci chiediamo quindi come dei manager nominati solo 15 giorni dopo possano aver prodotto i risultati positivi oggetto della propaganda zingarettiana (senza contare che tra la nomina  e la piena operatività occorre naturalmente del tempo).

Ma vediamo i risultati. La nota rimanda al portale che si chiama "Prevale" dove è possibile consultare i dati, tuttavia richiama l'attenzione su alcune prestazioni sanitarie.

Prevale

Fratture di femore operate entro le 48 ore

Nel 2009 erano il 16% sul totale, per passare al 38% nei primi sei mesi del 2013 ed al 45% nel secondo semestre del 2013.

Abbiamo curiosato tra i dati di "Prevale" scoprendo che se nel 2009 erano effettivamente il 16%, nel 2010 sono passati ad oltre il 21%, nel 2011 a circa il 25%, nel 2012 a circa il 31% e nel 2013 al 45%. Insomma, guardando il grafico risulta evidente un trend sempre positivo già dal 2008, quando la percentuale era appena sotto al 15%.

Interventi di angioplastica in caso di infarto

Nella nota si legge che "Si è passati dal 16% del 2009 al 38% del primo semestre del 2013, fino al 45% nel secondo semestre del 2013".

A guardare il grafico, anche qui i dati denotano un andamento simile con un  trend positivo in crescita di anno in anno. Circa il 20% nel 2010, 21% nel 2011, 27% nel 2012.

Riduzione di parti cesarei primari

L'andamento positivo si ripete. Dal 34% del 2009, anno per anno la percentuale è calata fino al 30% del secondo semestre 2013.

Merito di Zingaretti? A sentire Teresa Petrangolini, consigliere regionale del Lazio e componente della Commissione Politiche sociali e Sanità del Consiglio regionale, sembrerebbe proprio di si.

In realtà le prestazioni citate nella nota della Regione Lazio sono caratterizzate da un miglioramento continuo che parte dal 2009 fino ad arrivare ai primi sei mesi del 2013. Peccato che nel corso di questi anni si siano avvicendati alla guida della Regione altri Governatori  (non ne vogliamo certamente parlare bene). Solo il 12 marzo del 2013 Zingaretti ha iniziato il suo mandato.

In pochi mesi il Governatore avrebbe ottenuto questi risultati. Non possiamo che ringraziarlo e farlo santo, tanto più che avrebbe fatto tutto da solo dal momento che i direttori generali della Asl sono arrivati solo l'anno successivo.

Petrangolini dichiara alle agenzie che ''La sanità del Lazio migliora in termini di qualità dei servizi proprio grazie alla scelta di Zingaretti di assegnare precisi obiettivi di salute ai direttori generali delle Asl. E' proprio grazie a questi indirizzi che oggi possiamo riscontrare miglioramenti importanti come la tempestività degli interventi per frattura al femore, l'efficacia dei trattamenti per l'infarto e la riduzione dei parti cesarei". Certo, oste il vino è buono? Basta chiederlo alla consigliera, possiamo certamente fidarci.

Peccato che i direttori generali e gli obiettivi a cui fa riferimento non c'erano.

Peccato che gli ambulatori del Territorio, che dovevano servire a decongestionare gli ospedali quest'estate siano tutti chiusi per mancanza di soldi per le sostituzioni.

Peccato che non esista nessuna possibilità di eseguire le ecografie in gravidanza perché i servizi pubblici chiudono.

Peccato che le novità dei finanziamenti le sentiamo solo per accreditati. Che odore di Lombardia.. che delusione.

Leggi la replica della Regione Lazio a questo articolo

IN ARGOMENTO:

Sanità, il rapporto Giorgi e l'immobilismo della Regione Lazio

11 giugno 2014

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo