Medici. Lettera a Mussi, correggere 'svista' che fa perdere anno a neolaureati


"Caro ministro non faccia buttare via un anno ai giovani medici che devono sostenere l'esame di Stato". Per un'incongruenza di date, infatti, i giovani camici bianchi, laureati fra ottobre 2006 e il primo aprile 2007, che avrebbero potuto sostenere l'esame di abilitazione a luglio, dovranno aspettare fino al 2008. Una 'assurdità ' per il presidente dell'Ordine dei medici di Ferrara, Bruno di Lascio, che - in una lettera aperta al ministro dell'Università  Fabio Mussi - chiede un intervento urgente del dicastero per "correggere la doppia clamorosa svista". 

Nella comunicazione del 27 aprile della Direzione generale per l'Università  (protocollo 1257) si prevede, infatti, che "per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso per le scuole di specializzazione mediche", " è requisito indispensabile l'abilitazione all'esercizio della professione, insieme al diploma di laurea in medicina e chirurgia", fissando per il 3 e il 4 luglio la data per la prova scritta per l'ammissione alla specialità . Ma i neolaureati "potranno sostenere l'esame di Stato - indispensabile per l'iscrizione alla specializzazione - esclusivamente il 18 luglio!", scrive Di Lascio. Insomma: non possono ottenere il 'lasciapassare' alla specializzazione perché l'esame di abilitazione, requisito indispensabile, si svolge successivamente alla prova scritta per la specializzazione. "Come è possibile - dice il presidente dei medici di Ferrara - che questi ragazzi siano costretti, ope legis, a buttare un altro anno della loro vita professionale in attesa del nuovo bando previsto per il 2008?". Per Di Lascio, è "doveroso intervenire per sanare la situazione". Per questo il medico ha inviato una lettera anche ai presidenti degli Ordini provinciali dei camici bianchi di città  con sedi universitarie "per far sentire la propria voce sia ai rispettivi rettori che al ministro, fornendo il massimo appoggio possibile a questi nostri giovani colleghi".


Pagina pubblicata il 09 maggio 2007

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo