Morti in ospedale, ecco le misure del Ministero


Dopo Castellaneta riemerge oggi con forza il problema della malasanità Le otto morti che si sospetta siano dovute a un errore tecnico avvenute all'ospedale di Castellaneta (Taranto), su cui indagano le autorità , fa parlare ancora una volta di errori medici e sicurezza delle cure sanitarie. Per ricordare e riassumere tutti i provvedimenti in via di realizzazione o già  attuati allo scopo di prevenire gli eventi avversi in corsia, il ministero della Salute ha diffuso venerdì un apposito resoconto. Eccone il contenuto:

Le cause degli eventi avversi - si legge nel report - possono essere diverse, ma frequentemente sono tra loro interconnesse: esiste l'errore umano propriamente detto, compiuto dal medico o da altro personale sanitario durante un intervento chirurgico o nella somministrazione di un farmaco o di una terapia. Ed esiste l'errore causato da insufficienze organizzative di sistema che può provocare un malfunzionamento dei protocolli di intervento, nelle procedure assistenziali che precedono l'operazione chirurgica o durante il periodo di riabilitazione del paziente. In realtà  l'errore umano è quasi sempre legato a carenze organizzative del sistema, ad esempio per poca formazione, scarsa comunicazione, mancata manutenzione delle apparecchiature e altro. Ognuna di queste cause può e deve essere affrontata con mezzi efficaci per ridurre la possibilità  di errore o l'inefficienza del sistema. Nel ddl del febbraio 2007 di prossima emanazione per la qualità  e la sicurezza delle cure - continua il documento - è prevista l'istituzione di specifiche unità  per la sicurezza in ogni Asl e ospedale da porre in staff alla direzione generale. Nel mese di dicembre del 2006 abbiamo poi istituito il 'Centro di riferimento nazionale sulla sicurezza dei pazienti', sulle orme di altri Paesi europei ed extraeuropei e in linea con le indicazioni di tutti gli organismi internazionali che si occupano di sanità , dall'Unione europea all'Organizzazione mondiale della Sanità . Per questo organismo è previsto un finanziamento iniziale di 300 mila euro e poi di 1 milione di euro l'anno.

Sulla base del nuovo 'Patto per la salute', è stato poi concordato con le Regioni di pervenire alla stipula di un'intesa sul Programma nazionale per la promozione permanente della qualità  nel Ssn, che conterrà , tra l'altro, un capitolo dedicato al tema sicurezza dei pazienti. In proposito i nuovi finanziamenti (2,5 miliardi di euro) previsti dalla finanziaria 2007 per l'ammodernamento degli ospedali avranno come priorità  la messa in sicurezza delle strutture. Abbiamo già  preparato un sistema per l'allarme sui cosiddetti 'eventi sentinella' e cioè quegli eventi di particolare gravità  che una volta segnalati devono essere oggetto di immediate analisi e verifiche per capire cosa non ha funzionato. Il modello è pronto ora bisogna applicarlo in tutti gli ospedali. E' stato inoltre messo a punto - si legge ancora nel resoconto - uno specifico 'Sistema informativo per il monitoraggio degli errori in sanità ' (Simes), che diventerà  uno degli strumenti del Nuovo sistema informativo sanitario (Nsis). Ci sono poi le raccomandazioni. Si tratta di una serie di indicazioni per la prevenzione degli errori nelle procedure che una volta messe a punto sui singoli aspetti sanitari e organizzativi, vengono diramate in tutte le Asl e gli ospedali. Per quanto riguarda la formazione degli operatori sono stati già  elaborati diversi programmi specifici e un primo corso nazionale rivolto a tutti i medici e agli infermieri italiani, realizzato in collaborazione con gli Ordini dei medici e degli infermieri.

Il problema della sicurezza - conclude il ministero - deve essere affrontato con la partecipazione attiva di tutte le componenti. Cittadini, pazienti e familiari. Per arrivare a questo obiettivo stiamo preparando una serie di materiali informativi che saranno distribuiti negli ospedali e abbiamo predisposto delle vere e proprie campagne di comunicazione rivolte ai cittadini sul rischio clinico e la sicurezza delle cure. L'atto del consenso informato del paziente alle cure deve essere migliorato. Oggi è spesso solo una formalità  burocratica che il cittadino firma senza neanche conoscere bene il contesto e la dinamica degli interventi sanitari a cui verrà  sottoposto. Deve invece diventare un atto di vera e propria consapevolezza del cittadino sulle terapie e sugli interventi chirurgici a cui sarà  sottoposto, compresi naturalmente i rischi, la percentuale di riuscita dell'intervento, le possibili complicazioni e la presenza di ogni eventuale alternativa terapeutica. E' importante anche la comunicazione dell'errore, che deve avvenire in modo trasparente e onesto. La comunicazione dell'errore - conclude il documento - è un diritto del paziente, un dovere delle organizzazioni sanitarie e rappresenta uno dei principali pilastri su cui costruire un approccio di sistema per la sicurezza dei pazienti e la gestione degli errori in sanità .


Pagina pubblicata il 07 maggio 2007

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti