L’italico familismo amorale e la deriva nera

La destra parla alle istanze fondamentali di specie, quelle che servono al fascismo per aizzare le folle.

Familismo amorale

La destra, come sempre nella storia, utilizzando sapientemente i media fa appello alle istanze cerebrali prefrontali, quelle più antiche della nostra mente, che tutti abbiamo ancora lì, dai tempi dei tempi. Quelle fondamentali sono la riproduzione della specie e la conquista del territorio per la propria, appunto, specie.

Questo è ciò che ci ha portato fin qui, eh per carità, forse gli uomini di Neanderthal non se ne fregavano di niente e infatti si sono estinti, quindi niente da dire in proposito.

Il punto che è che noi abbiamo anche il lobo frontale, che è la parte più recente del cervello, dove abitano i sentimenti e la ragione e che noi pensiamo dovrebbero filtrare e modulare gli, appunto, istinti primitivi, rispettabilissimi per molti versi ma dalle conseguenze terribili se non filtrati.

Per esempio l'istinto materno di per sè, pur indispensabile alla cura della prole, non è in nessun modo una garanzia di comportamenti collettivi positivi, così come, a maggior ragione, in modo molto più evidente, non lo è la ricerca di territorio per la propria specie.

Quando lasciamo le nostre ditate, magari senza guanti perché si sente meglio, in tutta la frutta della cassetta per essere sicuri di portare a casa i pezzi migliori per i nostri cari io non lo definirei proprio un comportamento collettivo positivo. Quando getto tutto nell'indifferenziato, umido compreso, perché "tanto neanche loro" perché tutto il mio tempo va per fare ore di straordinario per portare i figli a sciare nemmeno.

Questo è stato definito il "familismo amorale”.

Quando ci si sente minacciati, il nostro cervello fa "bingo" e torna indietro alle istanze fondamentali di specie. Le istanze fondamentali di specie ci accolgono con una cascata di endorfine, proprio come l'eroina accoglie il tossicodipendente e finalmente ci sentiamo al nostro posto. Quello giusto, quello dove dovevamo stare da sempre.

Quindi io vi capisco quando dite "ohhh, basta, basta destra e sinistra, finalmente donne e persone, basta ideologia, viva Giorgia”.

Vi vorrei però far notare che quella a cui state aderendo è esattamente l'istanza prefrontale della quale si serve il fascismo per aizzare le folle.

Come il nazismo nacque dalla fame che i tedeschi dovettero fronteggiare, la fame vera, a causa dei debiti di guerra della prima guerra mondiale, così questo fascismo nasce dal massacro dei diritti sociali di questo paese. La difficoltà di diventare madri per la mancanza di lavoro stabile. L'abolizione dell'articolo 18, il jobs act.

E certo che il PD ne è responsabile, perché mentre il capitalismo divorava le nostre vite loro schioccavano le dita dicendo, come si fa ai bambini "guarda l'uccellino", distruggendo ogni speranza che ci fosse qualcosa per cui lottare. E anche i bambini quando li si distrae dalle loro disgrazie grandi e piccole senza ascoltare il loro dolore alla fine diventano con ragione furibondi.

I nostri nemici però non sono i migranti, sfruttati anch'essi, dei quali vediamo le istanze di sopravvivenza che ci triggerano nel cervello prefrontale, modello "o loro o noi", non sono i gender che cercano un loro spazio, non sono i percettori di reddito di cittadinanza o gli altri poveri che ci passano avanti nelle graduatorie purché più poveri di noi.

I nostri nemici sono i predatori nazionali e internazionali, le gerarchie ecclesiastiche che vogliono controllare le nostre vite (portatori di istanze più che primitive), i venditori di armi, i distruttori del pianeta.

Ricostruiamo insieme le lotte per un mondo migliore, difendiamo il pianeta, resistiamo al canto delle sirene degli istinti, ci sono emozioni importanti anche nel lottare insieme per tutti. Nella storia del movimento popolare c'è la lotta e la vicinanza in tutto il mondo.

In Italia c’è Potere al Popolo con una narrazione diversa, una narrazione di lotta e di fare collettività sono possibili rispettando sia le istanze più arcaiche che quelle più avanzate, non è vero che bisogna diventare cattivi per forza per difendersi.

Elisabetta Canitano

19 novembre 2022

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

5xmille

FAI UNA DONAZIONE

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio ginecologico

Richieste urgenti tel. 366/3540689 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 16,00 alle 19,00 ed il sabato dalle 9,30 alle 12,30.

Aiuto telefonico

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 366/3540689.

Aiuto via email

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Se sei minorenne chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 366/3540689

Dove trovare la ricetta

Tutti i servizi sono gratuiti (è possibile lasciare un contributo solo se lo si desidera, non verrà richiesto)

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo