Vaccino anti H1N1, sarà un flop tra i sanitari?


'In trincea' contro la nuova influenza A, gli operatori sanitari sono fra i primi invitati alla vaccinazione anti-H1N1. Ma in Francia, stando ai sondaggi, uno su tre dice no. E i timori di una scarsa adesione all'appello delle autorità sanitarie potrebbero essere giustificati anche in Italia. "Basta pensare che nel nostro Paese, contro l'influenza stagionale, si protegge soltanto il 20-30%" dei camici bianchi o comunque di chi opera a stretto contatto con i pazienti".

Lo ricorda il virologo dell'università degli Studi di Milano, Fabrizio Pregliasco, intervenuto venerdì nel capoluogo lombardo a un incontro sui virus influenzali e para-influenzali promosso dall'Associazione nazionale industria automedicazione (Anifa).Il punto, sottolinea l'esperto ai giornalisti, "è che il vaccino è per definizione una scommessa che si fa 'a freddo', quando si è ancora sani, per prevenire un'eventuale infezione in futuro". Così, anche fra gli addetti ai lavori, sono in molti a mettere sul piatto della bilancia rischi e benefici. "Hanno paura degli effetti collaterali e preferiscono evitare di esporsi a pericoli che ritengono inutili", riflette lo specialista. Puntualizzando che la vaccinazione resta invece un elemento di prevenzione cruciale."Un problema che la popolazione può ritenere banale - aggiunge Pregliasco - per i Governi non lo è affatto". Si pensi ad esempio ai costi sanitari e socio-economici dell'influenza, come pure alle insidie di un ricorso errato ai farmaci antivirali: "Spesa eccessiva per il cittadino, carenza di medicinali, sviluppo di resistenze".

Contro la pandemia da virus A/H1N1 "è quindi giusto prepararsi allo scenario peggiore per non farsi cogliere di sorpresa", spiega. Sui possibili rischi del nuovo vaccino anti-H1N1, Pregliasco precisa che "la tecnologia con cui viene prodotto è la stessa, più che consolidata, utilizzata per produrre il vaccino stagionale. Sui grandi numeri la vaccinazione anti-influenza è sicura e consigliabile, ma se si analizzano particolari sottogruppi, allora la casistica si riduce e il discorso è più complesso"

Pagina pubblicata il 13 settembre 2009

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti