Al via la specializzazione in medicina d'emergenza


In Gazzetta ufficiale il decreto con requisiti per le università. Soddisfazione della Simeu

Le università italiane si impegnino per chiedere l'attivazione delle scuole di specializzazione in emergenza-urgenza. L'appello arriva dalla Simeu (Società italiana di medicina d'emergenza-urgenza) ricordando che gli atenei sono pronti a partire dopo la pubblicazione, nella Gazzetta ufficiale del 26 febbraio, del decreto sugli standard e requisiti minimi che le università devono possedere per attivare la nuova specializzazione.

Un provvedimento accolto con grande soddisfazione dalla Simeu: "è un traguardo - ha detto il presidente della società scientifica, Anna Maria Ferrari - che in tanti momenti era sembrato quasi irraggiungibile". Ora che la meta è raggiunta, tocca "alle singole università - ha spiegato Ferrari - avviare le procedure di attivazione. Oltre venti sedi universitarie hanno firmato il nostro appello e si sono dichiarate pronte a partire".

In questa fase la Simeu "è chiamata a impegnarsi su più fronti: stimolare altre sedi universitarie affinché si impegnino per richiedere l'attivazione della scuola, pianificare la partecipazione delle strutture di medicina e chirurgia d'accettazione e d'urgenza alle reti formative, chiedere percorsi normativi di riconoscimento di carriera per chi già lavora nell'emergenza".

Un punto cruciale sarà rappresentato "dal numero di contratti di formazione che nel prossimo anno accademico potranno essere destinati alla Scuola. Chiederemo anche alle Regioni di contribuire a elevare questo numero, per rendere sempre meno precario il turn over dei medici dell'emergenza, che sta superando i limiti della sostenibilità".

Per anni la Simeu ha lavorato per sensibilizzare Istituzioni e opinione pubblica sulla necessità di istituire un percorso formativo specialistico per i medici che lavorano nei pronto soccorso, nelle medicine d'urgenza, nell'emergenza territoriale. "Si tratta - spiega Ferrari - di un cammino iniziato tanti anni fa, sulla scorta di percorsi già standardizzati in molti altri Paesi occidentali".

La presidente ricorda che non sono mancati gli ostacoli, mossi soprattutto da interessi corporativi, ma "ci sono state anche Istituzioni sensibili", ha detto sottolineando che, a livello politico, "la necessità di attivare questa Scuola è stata convintamente condivisa. Così come è stata condivisa dalla maggioranza delle sigle sindacali mediche che, nella recente mobilitazione promossa dalla Simeu, hanno firmato un appello in favore della scuola".

Infine la presidente della Simeu ricorda le difficili condizioni dei Pronto soccorso italiani, "travolti da una domanda veramente eccessiva rispetto alle proprie forze e strutture, sfiniti dalla mancanza di posti letto su cui ricoverare, troppe volte esposti alla gogna mediatica, a scontare soprattutto deficit di sistema. L'emergenza urgenza ha bisogno di riorganizzazione strutturale, organizzativa, normativa, in una parola ha bisogno di cure.

Chiediamo alle Regioni e al futuro Governo del Paese di raccogliere questo allarme che non potrà rimanere inascoltato per molto altro tempo".

Pagina pubblicata il 06 marzo 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti