Nel Ssn burocrazia e sperequazioni


Rapporto Pit Salute 2007

Prestazioni sanitarie troppo diverse da Regione a Regione e troppa burocrazia. Sono questi i difetti principali dell'attuale assetto sanitario in base all'ultimo rapporto Pit Salute 2007 'Ai confini della sanità. I cittadini alle prese con il federalismo', elaborato da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato (Tdm). "Sebbene gli errori medici (18%), l'accesso alle informazioni e documentazioni (17%) e l'invalidità (8,2%) risultino in testa alle segnalazioni dei cittadini - rileva il rapporto - un'attenta analisi dei dati rivela come sia il federalismo (17,4%) il tema emergente dell'anno. 

La mobilità sanitaria (8%), sia nazionale (75% della mobilità) che internazionale (25%), e i diversi aspetti legati all'accesso ai farmaci (3,9%), così come la permanenza delle liste di attesa (5,5%) evidenziano come i cittadini si ritrovino sempre più schiacciati da scelte amministrative, più o meno consapevoli, che limitano i propri diritti, anche in contrapposizione a scelte di indirizzo nazionali come quelle contenute nei Livelli essenziali di assistenza (Lea)". Quanto alla burocrazia, in molte occasioni un è "muro difficilmente superabile". Esemplificativa in questo senso è la condizione denunciata dagli italiani con malattie rare.

La solitudine (1,8%) che segnalano, la difficoltà a ottenere benefici o una diagnosi (29%), o l'accesso a una cura (16%). Fattori che spingono questi pazienti a rivolgersi a cure all'estero (15%). La solitudine non riguarda tuttavia solo questi malati, ma più in generale tutti i cittadini che si misurano con il Ssn, denuncia Cittadinanzattiva-Tdm, mettendo in luce una "incapacità delle strutture di comunicare efficacemente con gli utenti. Infatti, il 13% delle segnalazioni riguarda proprio l'accesso alle informazioni, cioè come accedere ai servizi sanitari (26%) e come orientarsi nelle scelte (22%). Discorso a parte per il tema dell'invalidità (8,2%), area che registra dal 2004 un aumento costante delle segnalazioni".

"I programmi degli schieramenti tacciono sul principale pilastro del nostro welfare - denuncia Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva - Tutto questo è particolarmente grave, proprio alla luce dei dati presentati oggi, che sottolineano l'estrema frantumazione del sistema sanitario".

In particolare, suggerisce Petrangolini, occorrono "un riequilibrio tra ministero della Salute e Regioni, e l'istituzione di un osservatorio sul federalismo per assicurare l'uniformità del trattamento; potenziare i controlli sull'effettiva erogazione dei Lea; l'adozione della Carta europea dei diritti del malato da parte del Parlamento, dei Consigli regionali e degli ordini professionali; la partecipazione dei cittadini alla valutazione di strutture, dirigenti e professionisti, e alla formazione dei programmi regionali e aziendali; la riduzione dei tempi di attesa attraverso l'applicazione uniforme della normativa nazionale che prevede tempi massimi per prestazioni, blocco delle prenotazione e l'attesa di non più di 72 ore per le urgenze differibili". 

Pagina pubblicata il 18 marzo 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo