Decreto 112 va ritirato


"Il ministro del Welfare Maurizio Sacconi, il Governo e il Parlamento si attivino a modificare profondamente il decreto 112 della manovra economica, dove c'è una norma che aumenta a dismisura il rischio negli ospedali".


E' il commento di Giuseppe Garraffo, segretario generale Cisl medici, al via libera dell'esecutivo al decreto legge che, all'articolo 41, elimina per i medici ospedalieri il riposo di 11 ore ogni 24 e il tetto massimo di 48 ore settimanali. "Abbiamo l'impressione che il Governo - sottolinea in una nota Garraffo - sia consigliato male sul grave problema delle deroghe ai riposi dei turni di servizio dei medici del Ssn e degli ospedali in particolare. Come si fa - si domanda il numero uno della Cisl medici - a proporre per decreto legge l'accorciamento dei riposi giornalieri e l'aumento sconsiderato dell'orario di lavoro in un settore così delicato dell'assistenza ai cittadini, senza tenere in alcuna considerazione i disastrosi effetti che si avrebbero sul rischio e sugli errori delle prestazioni sanitarie agli ammalati?

E ancora, come può un medico, un anestesista, un chirurgo, un ostetrico, un traumatologo, dopo il lavoro notturno continuare a lavorare con lucidità in sala operatoria, nei pronto soccorsi, nelle sale parto, e nelle corsie?" Garraffo chiede quindi con forza l'intervento in prima persona del presidente del Consiglio e delle Associazioni a tutela dei cittadini.

"Intervenga Berlusconi a fermare chi vuole mettere a rischio sconsideratamente il buon funzionamento degli ospedali pubblici, e aumentare a dismisura i casi di malasanità, dove le responsabilità verrebbero addossate totalmente al suo Governo. Chiediamo anche - conclude Garraffo - che intervengano con forza e convinzione tutte le organizzazioni del sociale che tutelano gli interessi dei cittadini e dei malati".

26/6/2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo