Il caldo aggrava le piaghe


Oltre ai rischi cardiovascolari per anziani e bambini, in queste settimane di caldo intenso il pericolo è dietro l'angolo anche per i due milioni di italiani con piaghe da decubito e ulcere cutanee: se in condizioni climatiche normali il 2 per cento di loro rischia gravi infezioni, con la canicola di questi giorni, la percentuale sale infatti al 10-15 per cento. Ciò significa oltre 250 mila malati, soprattutto 'over 65', costretti a sottoporsi a cure continue, interventi chirurgici, facendo decuplicare la spesa a carico del Servizio sanitario nazionale. L'allarme, riportato in una nota di Federanziani, arriva da Elia Ricci, presidente dell'Associazione italiana ulcere cutanee.

Caldo e umidità rappresentano le condizioni più favorevoli al proliferare delle cariche batterica, micotica e virale delle lesioni cutanee aggravando sensibilmente il rischio di infezioni. "Nel nostro centro, ad esempio - spiega Ricci - il numero di interventi chirurgici per la cura di questi disturbi si è quadruplicato e abbiamo anche accettato pazienti che erano stati rifiutati da altre strutture". "Purtroppo - afferma Roberto Messina, presidente di Federanziani - sono ancora molte, anzi troppe, le strutture sanitarie prive di sistemi di climatizzazione o condizionamento dell'aria, strumenti essenziali, in questi giorni di afa e caldo, per l'abbattimento della carica infettiva.

Per questo rivolgiamo un appello a tutte le direzioni sanitarie affinché sia posta particolare attenzione alla cura e al trattamento dei pazienti con lesioni cutanee, che a causa del caldo corrono il rischio di vedere aggravata la prognosi". Federanziani fa poi appello al ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, e chiede di estendere il monitoraggio contro le minacce del caldo alle strutture con un'alta concentrazione di ultra65enni, già debilitati da altre malattie: circa 500 mila anziani sono infatti ricoverati tra ospedali, case di riposo e Rsa.

Nelle case di riposo e nei centri di accoglienza, in particolare, sono ospitate oltre 250 mila persone, che ancora oggi, in buona parte non usufruiscono di aria condizionata nelle stanze e nei reparti. Secondo recenti studi, gli impianti di condizionamento mancano nel 48 per cento degli ospizi pubblici e solo nel 20 per cento si può trovare aria condizionata nei locali comuni come la sala tv o il refettorio. Nelle case di riposo private la percentuale di strutture senza alcun 'refrigerio' scende al 43 per cento e diminuisce la presenza di condizionatori anche nei locali comuni (14,8 per cento). "Per quanti vivono soli - prosegue Messina - la raccomandazione è quella di mantenersi sempre in contatto con amici e parenti, per avere assistenza in caso di bisogno e bere molto. Le emergenze - ribadisce - bisogna evitarle con una politica di interventi a monte, e non fronteggiarle quando raggiungono il punto di criticità".

Pagina pubblicata il 01 luglio 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo