Nuovo modello per finanziare il SSN


Sarà il costo standard, definito come la media dei costi applicati nelle Regioni più virtuose, il parametro utilizzato in futuro per determinare il Fondo sanitario nazionale.

Parola del ministro del Welfare Maurizio Sacconi che, in occasione del convegno Cisl 'Migliorare per difendere la sicurezza sanitaria dei cittadini' ieri a Roma, spiega quale sarà il servizio sanitario nazionale del futuro, alla luce del federalismo fiscale appena varato dal Governo. "Il costo standard è la nostra risposta alla spesa storica, che ha determinato i deficit sanitari in alcune Regioni.

Ma - spiega Sacconi - la mia opinione è che la definizione di costo standard non debba essere astratta. In Italia possiamo evitare questo errore prendendo esempio da modelli di efficienza reali". Il ministro fa espresso riferimento alle Regioni considerate più brave a far quadrare conti e servizi ai cittadini, "cioè al Veneto e alla Lombardia". Allo stesso tempo, rileva, "le regole contenute nel federalismo fiscale, che si tradurranno nel futuro Patto per la salute 2010-12, aiuteranno anche i dirigenti a fare bene.

Dobbiamo usare i vincoli di finanza pubblica per cambiare la qualità dei servizi. Dunque - continua Sacconi - costruire un nuovo modello sociale sostenibile per la finanza, ma anche per le famiglie che oggi pagano di tasca propria molti servizi che sono bisogni primari non garantiti". Per i primi tempi il rallentamento nel trend di crescita dei finanziamenti per il Ssn "potrebbe essere affiancato da un fondo di accompagnamento a latere, che garantisca la gradualità del passaggio, e che sia governato da meccanismi simili a quelli dei piani di rientro.

Questo meccanismo dei costi standard invece che della spesa corrente - calcola - determinerà un risparmio di 5 miliardi rispetto alla spesa pubblica attuale. Ma - incalza - non ci si dovrà spaventare di chiudere gli ospedali marginali, che rappresentano un reale pericolo per le persone, al di là di quella che è stata la loro storia". Il ministro è convinto che oggi ci si trovi al punto di svolta, all'anno zero, anche alla luce "dello tsunami finanziario globale in atto, che rischia di coinvolgere tutte le nazioni per i riflessi sul loro debito pubblico. La spesa sanitaria - rimarca il ministro - è il cuore di questi ragionamenti, per un verso perché costituisce tanta parte della spesa pubblica corrente, per l'altro perché si tratta di spesa vitale".



Pagina pubblicata il 17 settembre 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti