Africa. Un progetto italiano, l?ospedale che naviga verso il paziente.


Si chiamerà Floating Mobile Hospital, l'ospedale mobile sulle acque, destinato ai villaggi della Tanzania sul lago Vittoria. Il progetto, illustrato oggi a Roma, nella sede della Provincia, a Palazzo Valentini, è il frutto di sette anni di lavoro in Africa, del ricercatore, oncologo e ginecologo Luigi Gentilini dell'associazione Medicina e Mediterraneo (Med e Med).
La proposta, che nasce da un attenta ricognizione sul territorio e da rapporti con le autorità sanitarie locali, costruiti negli anni dal professor Gentini, ha avuto il patrocinio politico della Provincia, nella persona dell'assessore alle Politiche Sociali, Massimo Cecchini e del Consiglio Regionale del Lazio, ma è ancora tutto da costruire, partendo proprio dall' organizzazione di un equipe di associazioni e volontari per la ricerca dei fondi necessari, circa tre milioni di euro.

Quasi al completo, il gruppo dei formatori italiani e degli esperti, pronti a partire per aprire una finestra di scambio con i medici e gli operatori sanitari africani, all'insegna del motto Kushirikishana, che in lingua zuaili significa 'Crescere Insieme' , da cui il battello prenderà il nome. 'Da molti anni, lavoro ed opero nei Paesi africani, sul lago Tanganica, ampio come l'Adriatico, in Tanzania. Racconta Luigi Gentilini.
'Le popolazioni vivono in villaggi, isolati tra il lago e le paludi, non hanno alcuna assistenza. Spesso, nel periodo delle pioggie non riescono neppure a spostarsi alla ricerca di un presidio medico, sono completamente abbandonati al loro destino.Vivendo e lavorando come volontario o con piccoli progetti in quelle zone, ho potuto capire quali sono le loro necessita, così ho deciso di tornare in Italia per chiedere aiuto e sostegno, dopo aver ottenuto il supporto dalle autorità sanitarie del Lago Vittoria'. Il professor Gentilini, dopo aver operato come chirurgo oncologo, in noti ospedali italiani per molti anni, a Londra e Parigi, ha deciso di lasciare l'Occidente per dedicarsi con passione a queste terre dimenticate, ma il suo non è solo un obiettivo di mera assistenza, quanto piuttosto di sviluppo e formazione delle risorse umane locali.

'Scambiare informazioni tra medici italiani e medici locali, è fondamentale aggiunge Gentilini. 'Quando i colleghi africani raggiungono un buon grado di informazione, migrano, perché non hanno alcuna forma di organizzazione o struttura in cui poter operare. Ciò che invece occorre fare è convincerli a restare. Con una struttura minima di base, come il battello, questo obiettivo potrebbe essere raggiunto.' Il battello dovrebbe essere di circa 25 metri, con cinque ambienti essenziali: per l'accoglienza del malato, per le prime indagini di laboratorio per immagini, per la sala operatoria anche per i gessi ortopedici, per la sala parto e l'assistenza al neonato, per il centro di gestione per le patologie infettive ed handicap psichiatrici.

Ma, anche e non da ultimo per uno spazio di incontro, una piccola aula dedicata allo scambio di conoscenze e alla formazione. La struttura ideale progettata è quella di un catamarano, in grado di raggiungere anche i fondali più bassi. Oggi, dunque il via alla notizia del progetto, con l'auspicio di raccogliere adesioni e nuovi sponsor per poter davvero partire senza arenarsi.

Pagina pubblicata il 03 ottobre 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo