Progetto per diagnosi precoce artriti


Al via un progetto del ministero del Lavoro, salute a politiche sociali per la diagnosi precoce e corretta delle artriti. Lo ha annunciato Gianfranco Ferraccioli, reumatologo dell'università Cattolica di Roma e coordinatore del progetto, a margine di un seminario sui 'progressi e le promesse' nel trattamento delle malattie infiammatorie ad Amsterdam.

"Il finanziamento è stato appena approvato - spiega - e questo è il primo progetto del genere su queste patologie". In Italia 300 mila persone soffrono di artrite reumatoide, la maggioranza donne. Eppure le artriti sono "la cenerentola della prevenzione e dei budget delle strutture sanitarie, rispetto a oncologia e reumatologia.

Prima di arrivare a una diagnosi corretta della malattia può passare molto tempo, con i pazienti che si rivolgono a specialisti di vario tipo", afferma Ferraccioli. Correggere la rotta è l'obiettivo del progetto, che dovrà definire "i marcatori della malattia e della prognosi". Verranno raccolti i dati di costo-efficacia dei farmaci biologici, armi di ultima generazione contro queste patologie, che colpiscono la molecola responsabile dell'infiammazione.

Armi costose, che non tutti i centri autorizzati a prescriverli possono permettersi per problemi di bugdet. Si punta ad arrivare a un uso corretto ed efficace al massimo di questi farmaci. "Se si interviene tempestivamente, entro 3-6 mesi - assicura il reumatologo - solo il 10% dei pazienti ha bisogno dei biologici. E dopo un certo periodo di tempo, il trattamento potrebbe essere sospeso.

In questo modo si potrebbero dare i farmaci biologici ai malati che ne hanno davvero bisogno, garantendoli a tutti, senza dover 'razionare' le cure come avviene oggi in alcuni centri per motivi di bilancio", sottolinea Ferraccioli, raccomandando, per una diagnosi precoce, di non sottovalutare i 'sintomi civetta': i primi campanelli d'allarme come dolore, astenia, gonfiore alle articolazioni, rigidità mattutina. "Prevenzione e diagnosi precoce non valgono solo per tumori e malattie cardiovascolari", conclude.


Pagina pubblicata il 29 marzo 2009

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo