Sanità, sempre più costosa e privata


Sono ormai molte le prestazioni sanitarie che i cittadini pagano di tasca propria, sia che si rivolgano alle strutture sanitarie pubbliche, che chiedono il pagamento di ticket onerosi, sia che si rivolgano al privato.

Sanità Altroconsumo

L'inchiesta di Altroconsumo rileva le differenze esistenti tra diverse città italiane, per cui, ad esempio, a Milano per quattro visite o esami specialistici si pagano 891 euro, mentre a Napoli 391 euro.

Lo scenario che esce dall'indagine è quello di un radicale cambiamento, in realtà c'è un nuovo modello di offerta sanitaria che sta prendendo piede in Italia.

L'indagine riguarda otto città italiane: Palermo, Bari, Napoli, Roma, Firenze, Padova, Milano e Torino. Sono stati contattate nel mese di settembre sia le strutture pubbliche che 169 tra poliambulatori, centri privati e cliniche convenzionate con il Ssn.

Oggetto dell'indagine, che si è svolta al telefono, è stato un campione di prestazioni sanitarie più richieste: visita ortopedica, ecografia addominale, gastroscopia e panoramica dei denti. Di queste sono stati rilevati il costo, i tempi di attesa, la possibilità di eseguire la visita o l'esame anche il sabato, la presenza di convenzioni con assicurazioni o mutue private.

Sui tempi d'attesa, il privato si distingue chiaramente dal servizio pubblico con tempi più contenuti.

Dal punto di vista dei costi l'indagine ha rilevato che in alcun casi la tariffa privata compete con il ticket previsto nella sanità pubblica.

Sul suo sito l'Associazione fa l'esempio di un'ecografia all'addome. In città come Napoli, Bari e Palermo la tariffa privata più bassa è allineata al ticket del Ssn (50 euro). Più o meno la stessa cosa si verifica con la radiografia panoramica dei denti.

Nel caso invece di esami più complessi (es. la gastroscopia) le differenze sono più marcate. Mentre nel Ssn si pagano 50 euro, a Milano la media è di 520 euro.

Intramoenia

Si tratta della possibilità data al cittadino di scegliere il medico che preferisce tra quelli che possono svolgere la professione all'interno degli ospedali. Si tratta di una prestazione privata e in questo caso non sono richieste impegnative o pagamento del ticket, e la tariffa applicata è controllata e concordata tra il medico e l'ospedale.

Altroconsumo ha indagato anche qui, sempre riferendosi alle quattro prestazioni sanitarie oggetto dell'indagine. I tempi di attesa restano sulla media di pochi giorni (3-4), i costi però sono piuttosto disomogenei.

Per la gastroscopia si va dai 150 ai 380 euro, per l'ecografia addominale dai 70 ai 165 euro e per la visita ortopedica dai 70 ai 150 euro.

In linea generale il costo delle prestazioni effettuate in intramoenia è meno conveniente di quello delle cliniche private.

In sintesi, per Altroconsumo "La realtà ospedaliera negli ultimi anni ha subito profondi cambiamenti, nel bene e nel male". Va bene se il paziente ha a disposizione nuovi strumenti per accedere alle cure, compresa l'entrata del libero professionista negli ospedali, "una logica sostenibile".

Non va bene invece se le tariffe, comprese quelle delle strutture pubbliche, aumentano. Il rischio, secondo l'Associazione, è che al paziente non rimanga altra strada "se non quella di rinunciare alle cure".

"Che il sistema sanitario stia cambiando lo denuncia, per esempio, l'introduzione del super ticket - si legge su Altroconsumo -  Non abbiamo pregiudizi verso una sanità nuova, efficiente e rapida se la professionalità e l'etica dei medici è la stessa; il dubbio è che questa "privatizzazione" progressiva alla lunga rischi di far diventare le cure mediche un lusso per pochi. Come accade già in altre realtà straniere".

Ma oltre all'etica dei medici occorrerebbe fare i conti anche con quella degli imprenditori che investono in sanità trasformando, legittimamente, la salute dei cittadini in un business.

Se parliamo di sprechi, quello che più danneggia il Ssn è l'inappropriatezza della prestazione sanitaria. Troppi esami inutili e costosi che le strutture sanitarie pubbliche non riescono ad erogare e, per questo motivo, vengono eseguiti dai privati.

Accertamenti diagnostici e visite specialistiche che fanno fatturato e profitto. Di fronte a questa realtà i tagli lineari del governo Monti servono a poco, occorre invece intervenire, come sostiene Bersani, con "il cacciavite" per riparare il guasto senza venir meno ai principi di uguaglianza in fatto di salute.

La sanità pubblica è un bene comune ed è l'unica veramente interessata alla salute dei cittadini,  la logica del profitto non produce salute in nessuna parte del mondo.

Sul sito di Altroconsumo è disponibile l'indagine

Per approfondire:

Sanità privata? Monti ci prova dopo i tagli

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo