Medici di famiglia, confermata agitazione Snami


Confermato lo stato di agitazione del Sindacato nazionale autonomo dei medici italiani (Snami) che ribadisce anche le minacce di sciopero. E' fallito, infatti, il tentativo di mediazione, al ministero del Lavoro a Roma, tra l'associazione sindacale e la parte pubblica, ovvero il ministero della Salute, che non ha inviato nessun delegato al tentativo di "raffreddamento" della vertenza, e la Sisac, l'organismo preposto alle trattative per il rinnovo della Convenzione di medicina generale. Lo Snami protesta, tra l'altro, per la mancata apertura del tavolo delle trattative convenzionali. "Abbiamo chiesto - ha spiegato Mauro Martini, presidente dello Snami - come e quando saranno aperte le trattative per il rinnovo della convenzione, seguendo il mandato del nostro congresso nazionale. Ci è stato risposto che fino a quando non sarà  messo a punto l'atto di indirizzo dalla Conferenza Stato-Regioni, la Sisac non può aprire le trattative. Quindi non c'è nessuna data in calendario. Nessuna possibilità  di aprire il confronto". Fallito il tentativo di conciliazione, "abbiamo confermato lo stato di agitazione - ha precisato Martini - e il ministero del Lavoro, come prevede la procedura, ci ha dato il via libera per l'eventuale proclamazione dello sciopero". Una misura che sarà  decisa dopo l'incontro con il ministro della Salute Livia Turco. "Abbiamo già  chiesto un appuntamento al ministro e, credo, ci sarà  accordato per la prossima settimana". Le decisioni, compresa l'eventuale proclamazione dello sciopero, saranno prese dal nuovo esecutivo del sindacato, eletto sabato scorso a conclusione del congresso nazionale e che si riunirà  per la prima volta l'8 giugno. Il giorno successivo, il 9, è prevista la riunione del Comitato centrale. "Queste due date - conclude Martini - ci daranno le indicazioni su come proseguire la nostra battaglia".



Pagina pubblicata il 26 maggio 2007

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti