Pillola dei 5 giorni dopo, quasi inaccessibile per le donne italiane

La pillola dei 5 giorni dopo è stata autorizzata ormai da ben sei mesi, ma solo 3 ginecologi su 10 la prescrivono.

Questo farmaco che fa parte della contraccezione di emergenza,  a base di Ulipristal acetato (UPA), è conosciuto ed apprezzato dai sanitari, ma c’è un ostacolo, quello dell’obbligatorietà del test di gravidanza su beta-Hcg.

Ciò significa che la donna che ne fa richiesta al proprio medico deve dimostrare di non essere incinta.

La situazione, che possiamo definire di un diritto negato alle donne, è ben fotografata da un’indagine svolta da Datanalysis per la Società Medica Italiana per la Contraccezione (SMIC).

Il lavoro riguarda un campione di 200 ginecologi, rappresentativo dell’intero territorio nazionale.

Emilio Arisi, presidente della SMIC, ha spiegato che la ricerca non fa altro che confermare quanto “già paventato prima della decisione assunta dall'Aifa di inserire l'obbligatorietà del test su beta-Hcg nelle modalità di impiego del nuovo farmaco, ossia che questo avrebbe rappresentato un rischio concreto di inaccessibilità o comunque di difficoltà e ritardo nell'accesso alla contraccezione d'emergenza”.

Arisi definisce “un’anomalia tutta italiana” quella che di fatto penalizza le donne che sono costrette ad eseguire un test “spesso non necessario” per ottenere il farmaco.

La pillola dei cinque giorni dopo con il suo principio attivo (ulipristal acetato) è molto più efficacie del levonorgestrel (la pillola del giorno dopo) e consente di mettere al riparo la donna da una gravidanza indesiderata fino a 5 giorni dopo il rapporto a rischio (ma prima si prende e meglio è).

Per approfondire:

Pillola dei 5 giorni dopo, arriva in farmacia ma perché il test?

Pillola dei 5 giorni dopo, attacco dei parlamentari cattolici: "e' abortiva”

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

5xmille

FAI UNA DONAZIONE

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio ginecologico

Richieste urgenti tel. 366/3540689 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 16,00 alle 19,00 ed il sabato dalle 9,30 alle 12,30.

Aiuto telefonico

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 366/3540689.

Aiuto via email

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Se sei minorenne chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 366/3540689

Dove trovare la ricetta

Tutti i servizi sono gratuiti (è possibile lasciare un contributo solo se lo si desidera, non verrà richiesto)