Dipendenza dal web, 3 milioni di italiani nella trappola

Dipendenza dal web

E' una vera dipendenza, non riescono a stare lontani dal web, c'è chi supera le otto ore incollato al pc. Escono poco, perdono i contatti con modo esterno, l'unica identità che hanno è quella che si sono creati in Rete.

In Italia sono circa 3 milioni, e sono in aumento. Il fenomeno è diffuso soprattutto tra i 15 e i 40 anni. A cadere di più nella "trappola" sono le persone che vivono in luoghi isolati, o che fanno turni di lavoro notturni. Ma anche chi vive una condizione psicologica caratterizzata da disagio e fragilità.

Questa è la situazione illustrata dagli specialisti della Società italiana di psichiatria, che dal 46/o Congresso Nazionale che si svolge a Milano lanciano un grido dall'allarme per un fenomeno che non accenna ad arrestarsi.

"E' indispensabile intervenire per ritornare alla realtà ed evitare le conseguenze fisiche e psicologiche che la dipendenza provoca, dai disturbi del sonno ai problemi di relazione, dallo scarso rendimento a scuola o sul lavoro a mal di testa, mal di schiena, disturbi oculari", dicono gli esperti.

Ma il problema non si esaurisce qui. Mentre in tanti spendono denaro, molto denaro, per siti pornografici o casinò online, molti altri cadono vittima della sindrome dell'Hikikomori che colpisce chi ha scelto di vivere in disparte e che il ministero della Salute giapponese identifica in quelle persone che si rifiutano di lasciare le proprie abitazioni. Lì si isolano per periodi che superano i sei mesi, ma che possono anche arrivare a molti anni.

E' difficile curarsi da soli, per uscire da questa condizione patologica è necessario rivolgersi a degli operatori esperti  e il percorso terapeutico è molto simile a quello della cura delle dipendenze.

Gli specialisti spiegano che da circa 15 anni in Italia si parla di dipendenza da Internet. Massimo Di Giannantonio, ordinario di psichiatria dell'università di Chieti, parla di "un'incidenza del disturbo che varia  dal 3 all'11%, con una prevalenza maggiore fra le persone dai 15 ai 40 anni".

Le persone più a rischio sono quelle con problemi psicologici o familiari, "fra cui solitudine, depressione, ansia, insicurezza del proprio aspetto, insoddisfazione del matrimonio, stress sul lavoro, vita sociale limitata, problemi finanziari", aggiunge l'esperto.

Il percorso che conduce al disturbo è abbastanza tipico. Si naviga nel web per curiosare visitando pubblicazioni come giornali o riviste, oltre a siti porno o di giochi online.

Poi si passa alla fase in cui  si instaura la dipendenza vera e propria, quella "di relazione e comunicazione scoprendo chat e giochi di ruolo", spiega Di Giannantonio che aggiunge che "le persone più a rischio sono proprio quelle con difficoltà comunicative-relazionali, che trovano sul web un mondo alternativo per sfuggire alle proprie problematiche".

Così, lentamente si perde interesse per la vita reale, si passa sempre più tempo al computer  tralasciando le amicizie reali per favorire quelle virtuali della Rete. Nel caso dei giovanissimi si verifica un peggioramento della perfomance scolastica, per chi invece lavora cala il rendimento.

Fanno la loro comparsa la stanchezza, un senso di agitazione, l'aggressività. Tutti sintomi causati da un'alterazione del ciclo sonno-veglia.

In argomento:

Adolescenti pigri: tra scuola, tv e web 10 ore fermi e seduti

Depressione post partum, sintomi e cura

10 ottobre 2012

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

5xmille

FAI UNA DONAZIONE

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio ginecologico

Richieste urgenti tel. 366/3540689 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 16,00 alle 19,00 ed il sabato dalle 9,30 alle 12,30.

Aiuto telefonico

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 366/3540689.

Aiuto via email

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Se sei minorenne chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 366/3540689

Dove trovare la ricetta

Tutti i servizi sono gratuiti (è possibile lasciare un contributo solo se lo si desidera, non verrà richiesto)

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo