Santa Rita, il chirurgo operava "ossessionato dal denaro"

Per il suo operato alla clinica Santa Rita il chirurgo Pierpaolo Brega Massone è stato condannato il 28 ottobre scorso a 15 anni di carcere. Per spiegarne i motivi i giudici del tribunale di Milano hanno scritto 1.200 pagine di motivazioni.

Sono giudizi pesanti, come la pena inflitta, quelli che i magistrati mettono nero su bianco."Ossessionato dal denaro", "professionisti del reato", "pazienti fatturato"e via leggendo. Il chirurgo ha operato nella clinica degli orrori per anni decine di pazienti che non ne avevano bisogno.

Se i lavoro per rivelare le truffe ai danni del servizio sanitario è stato relativamente semplice, quello che si è consumato durante il processo è stato lo scontro tra consulenti medici di opposte fazioni, quelli della procura e quelli della difesa.

Nelle voluminose motivazioni i magistrati non hanno dubbi, non credono ai secondi, quelli nominati dalla difesa.

I pareri dei medici della Procura, che "hanno ricostruito per il tribunale le procedure diagnostiche e terapeutiche praticate dalla comunità internazionale", non sono nemmeno stati contestati da quelli della difesa.
Quest'ultimi si sono invece rifugiati dietro la Vats (l'osservazione diretta del cavo pleurico tramite una cannula collegata ad una telecamera), come panacea diagnostica, curativa e palliativa "richiamandosi ad una discrezionalità del chirurgo tanto estesa da sconfinare nell’arbitrio".

Insomma, i giudici del tribunale non hanno ritenuto attendibili i medici della difesa e nei loro confronti usano parole severe. Così "animati esclusivamente dallo scopo di giustificare il comportamento dell’imputato Brega Massone e di difenderlo ad ogni costo" hanno trascurato dati e procedure cliniche producendo una consulenza piena di contraddizioni, omissioni e imprecisioni.

Alla fine il tribunale è giunto alle conclusioni rifiutando anche la richiesta di un nuovo perito formulata da Brega. Ma ormai era chiaro che alla clinica Santa Rita il malato veniva dopo i soldi.

ARTICOLI IN ARGOMENTO:

Clinica S. Rita, giudici: Brega Massone ossessione per pazienti/fatturato

Pubblicato il 23/4/2011

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

5xmille

FAI UNA DONAZIONE

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio ginecologico

Richieste urgenti tel. 366/3540689 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 16,00 alle 19,00 ed il sabato dalle 9,30 alle 12,30.

Aiuto telefonico

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 366/3540689.

Aiuto via email

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Se sei minorenne chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 366/3540689

Dove trovare la ricetta

Tutti i servizi sono gratuiti (è possibile lasciare un contributo solo se lo si desidera, non verrà richiesto)

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo