Metalli pesanti nei liquidi per sigarette elettroniche, Guariniello indaga

Sigarette elettroniche ancora al centro dell'attenzione, conterrebbero sostanze pericolose per la salute. Il procuratore di Torino Raffaele Guariniello apre un nuovo fascicolo ed indaga.

La copertina del settimanale Il Salvagente ha un titolo esplicativo, "Veleni incontrollati", e si riferisce alle analisi eseguite, su richiesta del settimanale stesso, dal dipartimento di Farmacia dell'Università di Napoli Federico II.

I test hanno rilevato la presenza di sostanze dannose alla salute come l'arsenico, il cadmio, il cromo e il piombo. Il dossier contento nel settimanale che da oggi è in edicola entra nei dettagli.

Il procuratore di Torino, Guarinello, spiega sul sito de Il Salvagente che i valori riscontrati "sembrerebbero molto elevati", soprattutto per uno dei liquidi analizzati "nel quale la concentrazione di arsenico sarebbe più elevata di quella ammessa per l’acqua potabile".

Quello su cui il settimanale accende l'attenzione è la mancanza di una normativa di riferimento che pianti dei paletti in merito al tipo di sostanze consentite, e alla loro quantità. Il rischio è che "nelle ricariche può finire di tutto".

Non esiste una regolamentazione del settore e "mancano anche i controlli". Non c'è una "valutazione del rischio" e quindi "nessuno può stabilire gli effetti di una, seppur minima, quantità di arsenico o piombo assorbita dal corpo umano per inalazione".

Il settimanale riferisce inoltre, dopo aver contattato i produttori di liquidi per sigarette elettroniche, che anche quest'ultimi chiedono “urgentemente una regolamentazione”.

Insomma, la mancanza di una disciplina può esporre ai metalli pesanti, già considerati come rilevatori di inquinamento dell'ambiente. Ed ora la sigaretta elettronica diventa una fonte di esposizione che si aggiunge a quelle già esistenti.

Si tratta di fare molta attenzione, il cadmio, ad esempio, non ha alcun ruolo biologico nell'organismo. Come tutti i metalli pesanti tende ad accumularsi negli ecosistemi e negli organismi. E' altamente tossico anche a basse concentrazioni. Per chi maneggia il cadmio, come i lavoratori addetti alla produzione di leghe metalliche, la raccomandazione è quella lavorare sotto un cappa aspirante in modo non inalare i vapori di questo metallo e dei suoi composti.

Ecco quindi l'esigenza primaria, come spiega il professor Alberto Ritieni, che ha coordinato le analisi richieste dal Il Salvagente, di sollecitare "maggiori controlli su questi prodotti in attesa che il legislatore ponga delle precise limitazioni”.

Pubblicato il 14/6/2013

IN ARGOMENTO:

Dubbi sulle sigarette elettroniche, farebbero male alla salute

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

5xmille

FAI UNA DONAZIONE

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio ginecologico

Richieste urgenti tel. 366/3540689 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 16,00 alle 19,00 ed il sabato dalle 9,30 alle 12,30.

Aiuto telefonico

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 366/3540689.

Aiuto via email

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Se sei minorenne chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 366/3540689

Dove trovare la ricetta

Tutti i servizi sono gratuiti (è possibile lasciare un contributo solo se lo si desidera, non verrà richiesto)

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo