Giornata senza tabacco, il fumo causa il 30% delle morti per tumore

Ogni anno, il 31 maggio, l'OMS in tutto il mondo organizza la Giornata mondiale senza tabacco, mettendo in evidenza i rischi sanitari e sostenendo le politiche efficaci per ridurne il consumo.

L'uso del tabacco è la singola causa più evitabile di morte a livello mondiale ed è attualmente responsabile della morte di uno su 10 adulti in tutto il mondo.

Il tema della Giornata mondiale senza tabacco 2013 è: divieto di pubblicità del tabacco, promozione e sponsorizzazioni.

L'evidenza mostra che i divieti di pubblicità globali portano a una riduzione nel numero di persone che iniziano e continuando fumare.

Le statistiche mostrano che il divieto di pubblicità del tabacco e della sponsorizzazione è uno dei modi più efficaci per ridurre la domanda di tabacco.

Nonostante l'efficacia di divieti completi, solo il 6% della popolazione mondiale è stato completamente protetto contro l'esposizione al settore pubblicità del tabacco, promozione e sponsorizzazione tattiche nel 2010.

Il tabacco uccide quasi 6 milioni di persone ogni anno, di queste più di 600 mila sono non fumatori e muoiono a causa del fumo passivo.

Se non agiamo, il fumo ucciderà  più di 8 milioni di persone ogni anno entro il 2030.

Oltre l'80% di queste morti sono evitabili, secondo l’Oms, se agiamo rapidamente.

L'obiettivo finale della Giornata mondiale senza tabacco è quello di contribuire a proteggere le generazioni presenti e future, non solo da queste conseguenze devastanti per la salute, ma anche contro i flagelli sociali, ambientali ed economici del consumo di tabacco e l'esposizione al fumo.

Il fumo, è ormai assodato, è un fattore di rischio, forse il più importante, nello sviluppo di patologie neoplastiche, cardiovascolari e respiratorie. E’ considerato responsabile di circa il 30% delle morti per tumore.

Secondo il professore Marco Alloisio, responsabile del reparto di Chirurgia toracica dell'Istituto Clinico Humanitas, "Il fumo continua a uccidere molte persone. Sale soprattutto l'incidenza nella popolazione femminile: in 60 anni, dagli anni '50 ad oggi, nelle donne il tasso di mortalità è cresciuto del 600%".

La legge Sirchia, una delle prime approvate in Europa, grazie alla introduzione del divieto di fumare in tutti i locali chiusi pubblici e privati, compresi gli uffici, ha avuto effetti positivi, soprattutto per quel che riguarda la protezione dei non fumatori e non solo.

Oggi la Lilt (Lega Italiana per la lotta contro i tumori), punta a estendere questo divieto a parchi, stadi, giardini pubblici, cortili degli ospedali e delle scuole, perché, a loro dire, non bisogna sottovalutare gli effetti del fumo passivo.

A tale proposito una notizia positiva giunge dalla Unione Europea secondo cui  la percentuale di esposizione al fumo passivo è passata dal  46% del 2009 al valore del 28% nel 2012.

C’è infine da dedicare uno spazio anche alla sigaretta elettronica della quale non è stato ancora dimostrata la sua pericolosità per l’organismo ma, come  afferma il professore Alloisio “Comunque ha una sua utilità per cercare di smettere di fumare. Infatti può ridurre del 50% l'uso delle sigarette e nel 20% dei casi aiuta la persona a smettere completamente, rivelandosi non meno efficace di altri sistemi come, ad esempio, i farmaci specifici, i cerotti alla nicotina, le gomme o i corsi contro questa dipendenza".

IN ARGOMENTO:

Il fumo e le donne, perchè smettere di fumare?

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

5xmille

FAI UNA DONAZIONE

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio ginecologico

Richieste urgenti tel. 366/3540689 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 16,00 alle 19,00 ed il sabato dalle 9,30 alle 12,30.

Aiuto telefonico

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 366/3540689.

Aiuto via email

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Se sei minorenne chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 366/3540689

Dove trovare la ricetta

Tutti i servizi sono gratuiti (è possibile lasciare un contributo solo se lo si desidera, non verrà richiesto)

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo