Anziani: l'assistenza dei malati cronici totalmente a carico delle famiglie

In Italia l'assistenza agli anziani con patologie croniche o malattie rare è totalmente a carico delle famiglie. Il peso economico è gravoso e il tempo dedicato crea anche problemi lavorativi.

Anziani malati cronici

Questa è in sintesi la fotografia scattata dall'XI Rapporto sulle politiche della cronicità illustrato oggi da Cittadinanzattiva-Tribunale diritti del malato.

Una situazione davvero al limite, le famiglie spendono in media 14 mila euro l'anno. Tanto costano i farmaci non rimborsati, i parafarmaci, gli articoli sanitari, le visite e gli esami, oltre al supporto assistenziale integrativo.

L'onere è pesante. 8.488 euro se ne vanno via per il supporto assistenziale integrativo alla persona (le badanti), 3.178 euro sono spesi per le visite, gli esami e la fisioterapia riabilitativa a domicilio.

E ancora, 1.297 euro per l'acquisto di parafarmaci, 1.127 euro per farmaci che il Servizio Sanitario Nazionale non rimborsa.

Di fatto la spesa corrisponde a più del doppio dell'indennità di accompagnamento. Le strutture assistenziali di tipo residenziale o semiresidenziali hanno una retta media di 13.946 euro.

Ma non basta, a questo onere economico si aggiunge quello temporale: 5 ore al giorno, questo è il tempo medio dedicato al familiare anziano. Un impegno che ha anche delle conseguenze sul piano lavorativo.

Il 93% delle associazioni racconta della difficoltà dei familiari a conciliare l'assistenza al parente con l'orario di lavoro. Nel 53,6% dei casi si riferiscono segnalazioni di interruzioni del rapporto di lavoro, mancati rinnovi del contratto e licenziamenti.

Un piccolo inferno. Quando il familiare viene dimesso, la famiglia si deve occupare di tutto. Il 76% delle associazioni interpellate segnala che, una volta a casa, l'assistenza domiciliare viene a mancare, mentre dovrebbe essere contestuale alle dimissioni.

I medici di famiglia ne escono male. Il 70,3% delle associazioni segnala una non integrazione con lo specialista della patologia di cui è affetto l'anziano. Per il 59,2% il medico di medicina generale non informa i familiari e i pazienti su come la patologia deve essere gestita.

Inoltre, per 72,4% delle associazioni il medico non ricopre quel ruolo essenziale di coordinamento tra gli specialisti coinvolti e non presta la necessaria attenzione alla rilevazione del dolore (46,4%).

17 ottobre 2012

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

5xmille

FAI UNA DONAZIONE

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio ginecologico

Richieste urgenti tel. 366/3540689 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 16,00 alle 19,00 ed il sabato dalle 9,30 alle 12,30.

Aiuto telefonico

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 366/3540689.

Aiuto via email

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Se sei minorenne chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 366/3540689

Dove trovare la ricetta

Tutti i servizi sono gratuiti (è possibile lasciare un contributo solo se lo si desidera, non verrà richiesto)

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo