Genitori ossessionati da figlio perfetto


Un figlio a tutti i costi, oppure perfetto al 100%. Ci sono madri e padri italiani con l'ossessione della perfezione, "che scelgono l'aborto dopo aver scoperto che il bambino nascerà con una malformazione a un arto, come la mancanza di un dito o una mano.

E altri che decidono di mettere al mondo un bambino nonostante le gravissime malformazioni che lo faranno vivere in sofferenza".

A descrivere le realtà contrastanti che si vivono ogni giorno all'interno degli studi dei ginecologi che si occupano di diagnosi prenatale è Claudio Giorlandino, presidente della Società italiana di diagnosi prenatale e medicina materno fetale (Sidip).L'esperto ha parlato a margine del Convegno della Sidip, che si è svolto venerdì e sabato a Roma, a Villa Spada.

"Il nostro compito è solo quello di informare sui risultati di una diagnosi prenatale - spiega Giorlandino - senza in alcun modo interferire sulle decisioni della coppia che aspetta un figlio con una malformazione più o meno grave.

Ciò che notiamo però", dice il ginecologo, è una tendenza all'egoismo "da parte di donne e uomini che si preoccupano più per loro che del bambino, sia che decidano di tenerlo o di abortire". In Italia una donna su tre in stato interessante decide di sottoporsi a test di diagnosi prenatale invasiva per verificare eventuali anomalie nel feto. Fanno questa scelta sempre più donne giovani, alla soglia dei 30 anni.

"La prima preoccupazione di molti genitori è verificare che il figlio non abbia la sindrome di Down - aggiunge Giorlandino - questo dimostra come ci sia poca conoscenza da parte delle persone su cosa significa fare diagnosi prenatale.

Oggi, grazie allo studio del Dna, possiamo indagare su migliaia di malattie genetiche e la sindrome di Down non è certamente la più grave. Già da ora è di routine cercare anche la presenza di fibrosi cistica, ritardo mentale, distrofie muscolari e sordità congenita ereditaria".

"La reazione dei genitori alla notizia del feto malformato dipende dal substrato culturale e soprattutto da scelte, qualche volta egoistiche, dei genitori - rileva il presidente della Sidip - ho visto padri e madri, magari con già dei figli, decidere di interrompere una gravidanza per malformazioni anche molto lievi".

I primi 70 giorni dopo il concepimento "sono particolarmente delicati - aggiunge l'esperto - E' proprio durante questo periodo che si possono determinare malformazioni. Nei mesi successivi - conclude - possono generarsi malattie che comunque la diagnosi prenatale è in grado di identificare".

Per approfondire:

La diagnosi prenatale

Pagina pubblicata il 17 maggio 2009

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo