Consiglio superiore Sanità: vietare le sigarette elettroniche nelle scuole


Sulle sigarette elettroniche il Consiglio superiore di sanità (Css) ha espresso il suo parere. L'orientamento è quello di vietare l'e-cig nei locali pubblici equiparandola, come già avvenuto in Francia, alle tradizionali sigarette.

In modo particolare dovrebbe essere vietata nelle scuole, e particolari precauzioni andrebbero adottate per quelle categorie a rischio come le donne in gravidanza o in allattamento e i giovani.

Le indicazioni fornite dal Css al ministero della Salute sono quelle di istituire un osservatorio permanente che verifichi, attraverso attività di ricerca, i potenziali pericoli.

Oltre alla raccomandazione di mantenere l'attuale divieto alla vendita di e-cig contenenti nicotina ai minori di 18 anni, nel parere del Css c'è l'indicazione di inserire in etichetta indicazioni e prescrizioni.

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha spiegato che ora "facciamo nostra la raccomandazione del Css". Sul possibile divieto nei locali pubblici il ministro ha spiegato alla trasmissione "Prima di tutto" su Radiorai che "Questa è una decisione che prenderemo in base all'evidenza scientifica: nella raccomandazione che arriva dal Consiglio già diciamo che venga mantenuto il divieto ai minori di 18 anni per le sigarette elettroniche con la presenza di nicotina".

Silvio Garattini, direttore dell'Istituto di Ricerche farmacologiche Mario Negri, non ha alcun dubbio sulla validità del provvedimento adottato in Francia, che bandisce le sigarette elettroniche nei locali pubblici.

"Non ci sono dati controllati con test scientifici adeguati - spiega Garattini - che permettano di stabilire se la sigaretta elettronica sia in grado, in quale misura e per quanto tempo, di disintossicare dall'abuso del tabacco".

L'uso dell'e-cig è ormai diventato un fenomeno di massa, ma "non si sa con certezza quanta nicotina viene aspirata con la sigaretta elettronica", spiega Garattini.

Anche nel caso si utilizzino cartucce non contenenti nicotina ma solo aromi "non ci sono studi che attestino la sicurezza di questi composti, e gli eventuali danni a lungo termine", aggiunge l'esperto auspicando una regolamentazione rigida anche in Italia.

IN ARGOMENTO:

Dubbi sulle sigarette elettroniche, farebbero male alla salute

5 giugno 2013

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo