Studio internazionale su terapia tipo 1

Sconfiggere il diabete mellito di tipo 1 senza ricorrere al trapianto: è l'obiettivo del progetto internazionale Defend-1, di cui l'università Campus Bio-Medico di Roma, che ha reclutato il primo paziente in Italia, è centro di coordinamento italiano.

Per questa malattia autoimmune, che distrugge le cellule del pancreas produttrici di insulina, si registrano ogni anno nel nostro Paese circa tremila nuovi casi nella fascia di età tra i 18 e i 35 anni.

Proprio i malati di diabete di tipo 1 over 18 che hanno appena ricevuto la diagnosi, sono l'obiettivo dello studio internazionale che provvede l'uso dell'otelixizumab, un anticorpo monoclonale, cioè a bersaglio specifico, in grado di regolare i linfociti responsabili dell'attacco alle cellule che producono l'insulina.

Il laboratorio di endocrinologia e malattie metaboliche del Campus Bio-Medico di Roma, diretto da Paolo Pozzilli, lavorerà in collaborazione con altri centri di ricerca universitari e ospedalieri italiani. Tra questi: l'università 'Sapienza', l'università Cattolica del Sacro Cuore, gli ospedali Pertini e San Camillo (a Roma), il Polo Pontino della Sapienza (a Latina), l'ospedale San Raffaele di Milano e le università di Bari e di Palermo.

"Il diabete di tipo 1 - spiega Pozzilli - genera, come per le allergie, una risposta iperattiva dell'organismo umano: in soggetti predisposti geneticamente, alcuni linfociti e autoanticorpi distruggono le beta-cellule, produttrici di insulina". Il protocollo avviato "verificherà il funzionamento di speciali cellule immunitarie regolatrici, prodotte dall'organismo stesso grazie all'otelixizumab.

Questa terapia dovrebbe colpire e neutralizzare i linfociti alterati, preservando le beta-cellule sane ancora presenti nei pazienti che hanno da poco ricevuto una diagnosi. In questo modo, contiamo di ottenere anche un certo recupero funzionale delle cellule danneggiate ma che ancora producono insulina". La ricerca raccoglierà informazioni sulla sicurezza e l'efficacia dell'utilizzo del farmaco nell'arco di 2 anni ed è il frutto di 10 anni di studi internazionali. I pazienti interessati a ulteriori informazioni sui centri universitari e ospedalieri che partecipano alla sperimentazione possono contattare il numero verde 800984449.

Dieta per il diabete mellito

Pagina pubblicata il 16 marzo 2009

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

5xmille

FAI UNA DONAZIONE

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio ginecologico

Richieste urgenti tel. 366/3540689 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 16,00 alle 19,00 ed il sabato dalle 9,30 alle 12,30.

Aiuto telefonico

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 366/3540689.

Aiuto via email

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Se sei minorenne chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 366/3540689

Dove trovare la ricetta

Tutti i servizi sono gratuiti (è possibile lasciare un contributo solo se lo si desidera, non verrà richiesto)