Dalla pelle staminali embrionali, si riapre la porta per la clonazione umana


Quello della clonazione umana è un tema che divide ma, al tempo stesso, non smette di affascinare. Un articolo su Cell riaccende il sogno della clonazione terapeutica.

Clonazione umana

La pecora Dolly, nata 16 anni fa, con una tecnica in grado di riprogrammare cellule adulte fece il giro del mondo. Un passo importante per la scienza perché senza utilizzare l'embrione, fu possibile dimostrare la possibilità di ottenere staminali indifferenziate in grado quindi di trasformarsi in ogni tessuto.

Da allora, dopo i primi entusiasmi scese il gelo anche perché Ian Wilmut, coordinatore del progetto, spiegò che la stessa tecnica non funzionava con i primati. Insomma, tutto sembrava ormai accantonato insieme all'idea di riuscire a produrre staminali umane da utilizzare per la cura delle malattie degenerative.

Ecco invece che i ricercatori dell'Università dell'Oregon riaprono la porta con un articolo pubblicato sulla rivista scientifica Cell.

L'equipe diretta da Shoukhrat Mitalipov, partendo dalle cellule della pelle, è riuscita a riportarle allo stadio di cellule embrionali. Gli scienziati le chiamano 'bambine' e sono all'origine di ogni porzione del nostro organismo.

La notizia ha già risvegliato l'interesse di molti esperti. La clonazione terapeutica, infatti, consentirebbe la produzione di cellule 'personalizzate' per ciascun paziente, ottenendo una sorta di riserva di cellule riparatrici da utilizzare per la cura di malattie che ancora oggi non hanno soluzioni adeguate. Basti pensare ai casi di lesioni spinali, o al Parkinson, o alla sclerosi multipla.

Nonostante la tecnica non passi per la distruzione di embrioni umani, le polemiche non mancano da chi pone problemi etici appena si parla di clonazione.

La procedura utilizzata da Mitalipov prevede il trasferimento del nucleo di una cellula della pelle in un ovocita opportunamente trattato. In questo modo il risultato ottenuto è quello di una cellula che 'regredisce' fino ad assumere caratteristiche primordiali.

Mitalipov spiega che si tratta di staminali che sono in grado "di trasformarsi in ogni tipo di tessuto come le embrionali, dando origine a tessuti di cervello, fegato o cuore".

C'è ancora molto lavoro da fare per mettere a punto "cure sicure ed efficaci basate su questa tecnica", ha chiarito lo scienziato.

Ma un problema sembra essere già risolto, quello del rigetto "perché all'origine di questa sorgente ci sono le cellule della persona da curare", ha aggiunto Mitalipov.

IN ARGOMENTO:

Clonazione umana a portata di mano

Embrioni umani clonati da cellule adulte

15 maggio 2013

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo