Pubblicità no adsense

Cerca nel sito

Pap test ASCUS, Cin 3, spiegazioni dei risultati. Biopsie e neoplasie.

Pap test, biopsia per rischio di neoplasia.

Ho fatto il pap-test: Quadro citologico da flogosi moderata, presenza di alcune cellule di alterazione dubbia. Si consiglia esame colposcopico e citologico fra 3 mesi. Ho fatto la colposcopia: Presenza di piccole aree acido positive con mosaico regolare. Il medico mi ha consigliato la biopsia , sono spaventata ho paura di avere una neoplasia. La mia domanda è : Se ci fosse stata una neoplasia si sarebbe già rilevata dal pap-test e dalla colposcopia?

Non hai nessuna neoplasia, i colposcopisti bioptizzano per abitudine, ma in molti paesi del Nord Europa non avresti fatto nemmeno la colposcopia e probabilmente il tuo pap test si sarebbe normalizzato con il tempo. Certo, poteva esistere anche l'ipotesi che da queste macchiette, nel giro dei prossimi cinque o dieci anni ti venisse una neoplasia, ma negli screening nord europei pensano che non valga la pena di spaventare le donne che hanno così poco e che, nella grande maggiornaza, sono sanissime......noi siamo un po' più interventisti e ci basta poco per biopsiare e trattare.....

E' meglio? E' peggio? Nessuno lo sa davvero, comunque tu non ti preoccupare o stai facendo un eccesso di prevenzione per una malattia che non ti sarebbe mai venuta lo stesso (la cosa più probabile) o stai facendo una prevenzione primaria realmente utile, cioè eliminerai delle cellule che in futuro ti avrebbero dato dei problemi...in ambedue i casi però non hai nulla di grave ora e non avrai nulla di grave mai, rilassati. Un po' di paura in più è il prezzo che paghiamo alla prevenzione...., stai tranquilla


Il pap test che rivela "valori alterati"

In data 14/01/03 mia moglie ha effettuato il pap test gratuito. Il 04/02/03 viene contattata dall'ospedale dicendole di recarsi il 05/02/03 per accertamenti, in quanto i valori risultano "alterati". Sono preoccupato e vorrei avere notizie in merito, per essere più tranquillo, e riuscire a tranquilizzarla

Il motivo per cui puoi tranquillizzare tua moglie è che il pap test garantisce che quello che viene trovato sono alterazioni che potrebbero negli anni trasformarsi ( e non sempre!!!!! come i nei) in un tumore, ma non, ripetiamo NON sono un tumore in atto. Ci è molto difficile, spesso capire questa cosa e l'unico modo che forse abbiamo per renderci conto è, appunto, il paragone con i nei. Chi si controlla regolarmente spesso viene sottoposto all'asportazione di un neo, ma questo non significa assolutamente che abbia un melanoma, ma anzi che se continua a controllarsi potrà sempre intervenire prima che a qualunque dei suoi nei possa venire in mente di trasformarsi. Così è il pap test anomalo, è possibile che tua moglie debba sottoporsi a una biopsia, e forse anche a un trattamento ma questo non significa che abbia un tumore, significa al contrario che anche se ad alcune delle sue cellule dovesse essere venuto in mente , in futuro , di trasformarsi in senso neoplastico ( e non ne siamo comunque mai sicuri), questo non avverrà più.


Il pap test negativo

Se il pap-test è risultato "negativo-flogistico", cosa si deve fare?

Modernamene i pap-test vengono considerati negativi se negativi e positivi in caso contrario. Questo vuol dire che le indicazioni accessorie non sono sempre importanti. Dire che un pap test è flogistico vuol dire di solito che sul vetrino sono stati trovati numerosi globuli bianchi, il che,in alcuni periodi del ciclo, è anche del tutto normale. Se hai perdite o dolori o fastidi di altro tipo non è comunque questo l'esame indicato. Se hai qualcuno di questi disturbi puoi chiedere di essere visitata in un ambulatorio in cui ci si occupi di infezioni ginecologiche. Se non hai nessuno di questi disturbi questo è un pap test normale.


Un pap test "Cin 3"

Mia moglie ha 36 anni ed ha fatto un pap test l'altra settimana. Dal risultato è uscita una displasia dell'utero Cin 3. La settimana prossima farà la colcoscopia. Il pap test precedente era stato fatto un anno fa. Ovviamente è molto preoccupata e lo sono anch'io.

La displasia dell'utero, pur se di alto grado, è sempre una lesione che precede ( e non con assoluta certezza ) il tumore del collo dell'utero, e non è un tumore. La possibilità che vi sia qualcosa di più è da escludere, considerato che vi è un pap-test negativo molto recente, e la storia del tumore del collo dell'utero si snoda, grosso modo, nell'arco di un decennio. Di solito si asporta una porzione del collo dell'utero e la maggior parte delle donne dopo può avere altre gravidanze senza problemi. Se avete bisogno di un centro specializzato pubblico vicino a dove abitate fatecelo sapere, per il resto non vi è nulla di cui preoccuparsi seriamente.


Un pap test ASCUS (positivo): flora coccica, candida. Che relazione con una gravidanza?

Sono una ragazza di 26 anni a fine ottobre sono andata a fare una visita di controllo dal ginecologo per vedere se era tutto a posto per poter avere un bambino. Oltre la visita di controllo normale, mi ha fatto il pap test dove è risultato: "esocervice: si osservano cellule squamose con alterazioni citologiche di incerto significato sebbene verisilmente reattive alla presenza di flora prevalentemente coccica".

Mi ha prescritto la cura con 3 ovuli (cleocin 100mg ) e delle lavande. Non essendo "guarirta" mi ha fatto fare un tampone vaginale, dove è risultato che avevo la candida albicans (abbondanti colonie). Cura 6 ovuli IFENEC 150mg lavande poi 1 ovulo FLAVIN T. Dopo 10 giorni che ho finito la cura, non avendo più disturbi ho avuto un rapporto non protetto (2 gg finite le mestruazioni ), risultato è stato che il giorno dopo ho avuto delle perdite ed un leggero prurito. Le mie domande sono: è possibile che la cura non abbia funzionato? può essere lo sperma di mio marito a irritare? può essere una cosa "cronica" che non me la levo più? Quanto devo aspettare per potere avere un bimbo? Se dovessi rimanere in cinta cosa succede?

Il problema non è tanto che ospiti hai in vagina. Sia i miceti che i cocchi abitano normalmente nel canale genitale femminile. Con l'uso della clindamicina hai ovviamente sterminato la flora coccica con il risultato di favorire la prevalenza dei miceti e quindi dopo hai dovuto prendere dei farmaci antimicotici. Nessuna di queste due popolazioni però ostacola l'avvenire di una gravidanza, anche perchè, come hai capito, la reinfezione è possibile, ed è anzi quasi la norma. Il problema, caso mai, è la risposta del pap test che è ASCUS, cioè non perfettamente normale.

Il nostro consiglio è: -ripetere il pap-test, e , se la risposta è flogosi lasciar perdere il tutto e fare il bambino che desideri, nel frattempo cercare di ripristinare la flora vaginale con delle candelette ai fermenti lattici che puoi chiedere in farmacia -ripetere il pap-test, e se la risposta è di nuovo ASCUS, chiedere di eseguire una colposcopia in un servizio di secondo livello, in un ospedale, possibilmente collegato allo screening sui tumori. In genere dietro un ascus non c'è nulla, ma la risposta con il tempo e con la terapia si deve normalizzare, se non lo fa è meglio farsi vedere da qualcuno di esperto, altrimenti si rischia di minimizzare o di esagerare.

Scrivi ancora e dicci che dubbi hai, e, se vuoi, dove abiti per cercare con te il servizio di secondo livello. ( ci sembra che il citologo che ha letto il vetrino sia indeciso tra due risposte: ASCUS, alterazioni cellulari squamose di incerto significato, che è una alterazione e , se confermata nel tempo richiede ulteriori accertamenti e ACR, alterazioni cellulari reattive, che in realtà corrisponde a una sostanziale normalità del pap test. Si può accettare questo tipo di risposta, ma a un certo punto, dopo una ripetizione, bisogna decidersi, così anche tu ti puoi regolare di conseguenza )


Un pap test "con alterazioni cellulari benigne"

Oggi ho visitato il vostro sito e ho deciso di scrivervi per avere la spiegazione dell'esito del mio pap test che mi è giunto tramite lettera: Alterazioni cellulari (benigne) dovute a infiammazione.

La risposta del tuo pap test, la cui sigla è ACR ( alterazioni cellulari reattive), viene considerata attualmene una risposta normale. In effetti il collo dell'utero è una struttura di confine fra l'interno del corpo e l'esterno ed è in grado di tenere attivi in maniera stabile dei meccanismi di difesa ( infiammazione ) nei confronti di agenti esterni potenzialmente nocivi o estranei (spermatozoi, batteri, etc ). In parole pratiche il tuo collo dell'utero fa solo il suo dovere di sentinella e il fatto che ci siano globuli bianchi o cellule alterate è del tutto normale, un po' come nelle tonsille.


Pap test e verginità

Sono una ragazza di trent'anni circa vorrei avere un'informazione! Facendo il pap test si perde la verginità?

Potremmo fare un'interessante disquisizione se la verginità si perda per un fatto fisico ( lacerazione dell'imene ) o per un fatto di esperienza (fare sesso con qualcuno). Se vuoi ne parliamo, ma, comunque, il pap-test non è un esame consigliato nelle donne che non hanno mai avuto rapporti sessuali, perchè il loro rischio di avere problemi con il collo dell'utero è praticamente inesistente.


Pap test con cellule squamose con alterazioni citologiche da hpv

A fine novembre ho eseguito un pap test di controllo e il risultato è stato: esorcevice : cellule squamose con alterazioni citologiche riconducibili al virus hpv, La mia ginecologa mi ha detto di aspettare e a fine febbraio 2003 ho eseguito nuovamente il pap test che ha dato altri risultati : esocervive - cellule squamose con alterazioni citologiche di incerto significato sebbene verosimilmente reattive alla presenza di flora coccica. Conclusioni Ascus reattivo. Sono possibili due risultati così diversi? Che fare?

Il collo dell'utero è una struttura in continuo movimento, perchè tiene sempre, per così dire, "il motore acceso" nell'eventualità di una gravidanza. A volte è difficile distinguere le malattie iniziali dai suoi normali mutamenti. Potresti benissimo aver ospitato il virus del papilloma a novembre e essertene liberata in seguito. ASCUS reattivo è una risposta che non dovrebbe essere accettata. O hai un ASCUS, cioè delle alterazioni di cui non è chiara la definizione, e quindi potresti avere ancora in corso la battaglia con il virus o altri problemi, che alla fine devono essere affrontati, o hai un ACR, cioè alterazioni reattive relativa alla presenza di flora coccica, che è un reperto del tutto normale in quanto la flora abita abitualmente in vagina e il collo dell'utero reagisce alla sua presenza. Noi ti consiglieremmo di fare una consulenza con un servizio di secondo livello inserito nei programmi di screening nazionali. Se ci dici dove abiti ti indichiamo il più vicino.


Pap test negativo di classe 2 per infiammazioni

Vi scrivo per avere informazioni sul significato dei risultati del pap test. Ho 27 anni e negli ultimi 4 anni il mio pap test è risultato negativo di classe 2 per infiammazioni. Nel 2001 inoltre come commento c'era scritto: presenti isolati elementi disclerotosici. L'ultimo eseguito nel 2002 purtoppo non l'ho ancora ricevuto, ma mi è stato consigliato di ripetere l'esame visto che ho ricevuto l'invito dall'ausl, infatti di solito l'esame lo esegue il mio ginecologo, che comunque non si è mai mostrato troppo preoccupato. Devo anche dire che ho una storia familiare rappresentata da isterectomie di mia madre (38) anni, mia nonna e anche l'altra sua figlia.

Intanto bisogna vedere perchè hanno tolto l'utero a tua madre, tua zia e tua nonna. Prima, ma ahimè ancora adesso in parte, si toglieva l'utero anche per futili motivi e non ci dici se erano affette da tumore e dove, collo o corpo. Isolati elementi discheratosici vuol dire che mentre sarebbe normale che le cellule del collo dell'utero fossero prive di cheratina, perchè è una mucosa, alcune cellule, come reazione a un insulto, stanno producendo cheratina, come se fossero cellule della pelle.

E' l'insulto un problema che negli anni potrebbe essere associato a un tumore? E' legato a infezioni vaginali? E' legato ai rapporti sessuali? Solo ripetendo il pap test nel tempo si può capire dove va il collo dell'utero, se ha solo dei fastidi o sta correndo qualche tipo di rischio. Modernamente si cerca di obbligare i citologi a prendere una decisione netta: va bene, non va bene, e non descrivere tanto quello che vedono. Ma in biologia non è facile tagliare le cose nettamente.....Io qualche volta dico che è un po' come nel matrimonio. Ti sposi pensando che lo amerai per sempre e poi dopo vent'anni lo butti giù dalle scale urlando e gli tiri appresso la valigia.

E' difficile dire il giorno esatto in cui il processo di disamoramento è diventato irreversibile, in cui non c'erano più margini per recuperare. Certo, c'erano dei segnali, prima, ma non era detto che si arrivasse davvero a una conclusione così drastica......poi, quando le cose vanno davvero male si può provare ad andare in terapia insieme, ma lì il disturbo è stato ormai codificato e riconosciuto.

Nei controlli di prevenzione spesso le cose pongono lo stesso tipo di dubbi. Isolate cellule discheratosiche è come una litigata passeggera o bisogna controllare meglio? Comunque il pap test si fa regolarmente, ripetilo, se qualcosa non va prima o poi viene fuori e comunque, se lo esegui regolarmente, sei sempre in tempo per intervenire con pochissimi danni per l'utero stesso.


Per approfondire:

Pap Test inutile dopo un intervento di isterectomia

Pagina aggiornata il 28/5/2005

Pubblicità no adsense

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Mappa dei consultori

Orari e servizi offerti

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna Resp. Gabriella Pacini

Dove trovare la ricetta

Iscriviti alla Newsletter

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Argomenti Correlati

comunicazione e sito web a cura di Alessio Pierobon con la collaborazione di Francesco Scarfato - Hosting Dedicato InfinyTech.net