Fecondazione assistita in persone sieropositive


Fecondazione assistita, attivato un servizio per la Fecondazione assistita in persone sieropositive presso il Policlinico di Bari

È stato attivato presso l'Azienda Ospedaliera Policlinico di Bari, un servizio per le procedure di riproduzione medicalmente assistita per soggetti affetti da patologie infettive, tra cui l' infezione da HIV.

Primo centro nel meridione continentale, il servizio si propone di rispondere alla crescente esigenza delle persone affette da patologie (quali la infezione da HIV o da virus epatitici) costrette spesso a rivolgersi a strutture del Nord Italia (quando non all' estero) per accedere alle metodiche di fecondazione assistita.

Il servizio, gestito dalla Clinica di Malattie Infettive (Dir. Prof. Pastore) e dalla II Clinica Ostetrica e Ginecologica (Dir. Prof. Selvaggi) si avvale della consulenza di specialisti infettivologi e ginecologi esperti in problematiche di prevenzione della trasmissione sessuale e materno-fetale e di riproduzione assistita.

Le metodiche a disposizione sono rappresentate da:

  • inseminazione intrauterina
  • fecondazione in vitro (FIVET)
  • iniezione intracitoplasmatica di spermatozoi (ICSI)

Tali metodiche sono applicabili, nel caso dell' HIV:

  • alle coppie sierodiscordanti "classiche" (maschio sieropositivo/donna sieronegativa); in questo caso si procede al lavaggio del seme ed alla verifica della negatività per HIV-RNA e, nel caso di co-infezione, anche di HCV-RNA.
  • alle coppie in cui sia la donna ad essere sieropositiva. Questo sia nel caso in cui la riproduzione assistita venga richiesta per prevenire la trasmissione al maschio sieronegativo, sia nel caso in cui la donna sieropositiva abbia problemi di fertilità.

Quest'ultimo punto è senz'altro un elemento di grande novità, in quanto è finalmente possibile per donne sieropositive accedere a tecniche di fecondazione in vitro, cioè extracorporee. In questo caso, inoltre, personale esperto nella gestione della gravidanza in donne sieropositive è poi eventualmente a disposizione per il monitoraggio della gravidanza e per l'esecuzione del parto.

Per informazioni e/o appuntamenti è possibile rivolgersi presso gli ambulatori della Clinica di Malattie Infettive (080-5592771/5592134) oppure presso l'ambulatorio per la fertilità della II Clinica Ostetrica e Ginecologica (080-5592248).

Sanitari referenti: Dott.ssa Raffaella De Palo (Cl. Ostetrica e Ginecol.), Dr. Josè R. Fiore (Clin. Malattie Infettive).

IN ARGOMENTO

Sterilità, cause e cure

GRAVIDANZA:

Torna a Sanità Pubblica

Pubblicità

Argomenti Correlati

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo