In Svezia trapiantata la prima vena artificiale con le staminali

A Stoccolma i medici dell'University of Gothenburg e dello Shalgrenska University Hospital hanno portato a termine la ricostruzione di uno dei vasi sanguinei principali di una bambina di 10 anni.

L'interesse per la notizia sta nel fatto che i chirurghi svedesi sono partiti dalle cellule staminali della piccola. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista specialistica Lancet.

La bambina soffriva per un malfunzionamento del flusso sanguineo tra l'intestino e il fegato. La tecnica utilizzata è stata quella di impiegare la vena di un donatore deceduto, successivamente messa in coltura con le cellule staminali derivanti dal midollo osseo della piccola paziente.

Il procedimento spiegato dai medici svedesi è quello della decellularizzazione. Le cellule del donatore " vengono effettivamente lavate via tramite l'utilizzo di enzimi e detergenti, questo consente di evitare il fenomeno del rigetto"

Il passaggio successivo consiste nel rivestire il tessuto di trapianto con le staminali della bambina "in modo da renderlo identico a quello dell'organismo ospite".

In questo modo, hanno aggiunto i chirurghi,  "non solo la nuova vena aveva un flusso migliore, ma la qualità della vita per la ragazza è decisamente migliorata".

In sintesi, la vena del donatore è stata lavata in modo da asportare tutto il materiale vivente. Alla fine del procedimento è rimasta unicamente la struttura proteica sulla quale sono state iniettate le cellule staminali della bambina ricavate dal midollo osseo.

Dopo due settimane la vena era pronta per il trapianto senza rischi di rigetto.

A distanza di un anno "la bambina è cresciuta di sei centimetri e di cinque chili", hanno concluso i medici.

Cisti al seno

Fibroadenoma al seno: cos'è, diagnosi, cause e cure

14 giugno 2012

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

5xmille

FAI UNA DONAZIONE

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio ginecologico

Richieste urgenti tel. 366/3540689 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 16,00 alle 19,00 ed il sabato dalle 9,30 alle 12,30.

Aiuto telefonico

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 366/3540689.

Aiuto via email

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Se sei minorenne chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 366/3540689

Dove trovare la ricetta

Tutti i servizi sono gratuiti (è possibile lasciare un contributo solo se lo si desidera, non verrà richiesto)

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo