La lotta contro i super batteri resistenti agli antibiotici

Si sta creando nel mondo una categoria di super batteri sempre più resistenti agli antibiotici.

Il fenomeno dell’antibiotico- resistenza consiste essenzialmente in un adattamento evolutivo dei batteri di fronte all’uso degli antibiotici.

Attraverso modificazioni del loro patrimonio genetico i batteri, infatti, hanno via via raffinato le loro capacità di resistere all’antimicrobico.

La crescita dell’antibiotico- resistenza nei patogeni è una grande sfida per le società di tutto il mondo.

Gli studi per capire ciò che contribuisce alla loro moltiplicazione e quali interventi mettere in atto per arginarne la diffusione sono di vitale importanza per il futuro degli uomini e donne  del nostro pianeta.

Per decenni, produttori di suini, polli e altri animali da allevamento di tutto il mondo hanno usato antibiotici non solo per proteggere il bestiame dalle malattie ma anche per aumentarne i tassi di crescita.

L’uso di questi farmaci nel settore zootecnico, tuttavia, può contribuire allo sviluppo di ceppi di microbi resistenti agli antibiotici convenzionali potenzialmente dannose per l’uomo e gli animali.

La Cina è il più grande produttore e consumatore di antibiotici, di cui la metà viene usata per la produzione animale. Questo uso, spesso indiscriminato e senza controllo degli antibiotici, determina la comparsa di geni sempre più resistenti ai trattamenti antibiotici

La ricerca condotta dalla Università del Michigan in tre grandi allevamenti di maiali in Cina ha riscontrato nel letame e nel compost una concentrazione di  geni che rendono immuni i batteri  (ARG) a quasi tutti gli antibiotici inclusi quelli che non venivano usati nell’allevamento stesso con concentrazioni da 192 a 28.000 volte maggiori della norma.

Dal momento che gli antibiotici sono scarsamente assorbiti dagli animali essi finiscono nel letame, circa 700 milioni di tonnellate solo in Cina e questo letame viene usato per la preparazione di fertilizzanti ricadendo poi nei fiumi e contaminando le falde acquifere.

Questi geni(ARG) possono infestare altri batteri che attaccano poi gli esseri umani e non possono essere curati con i farmaci avendo sviluppato una sorta di immunità. 

 “La nostra ricerca è stata condotta in Cina, ma fotografa quello che sta accadendo in molte parti del mondo. Poiché questi geni sono in grado di superare i confini nazionali e di diffondersi a livello globale, l’Organizzazione mondiale della salute animale e la Food and Drug Administration statunitense si sono espresse a favore di una maggiore regolamentazione dell’uso veterinario degli antibiotici”, ricorda Tiedje, che fa parte del gruppo di ricerca guidato da Yong-Guan Zhu dell’Accademia cinese delle scienze.

Al giorno d’oggi l’antibiotico-resistenza non è più solo un fenomeno da indagare ma è uno tra i più urgenti problemi di sanità pubblica a livello globale.

In passato, si pensava di poterla contrastare mettendo a punto antibiotici sempre nuovi e potenti, ma per il prossimo futuro è fondamentale proteggere l’efficacia di quelli che già sono a disposizione, perché la scoperta di nuove classi di antibiotici è molto difficile.

Gli ARG possono raggiungere la popolazione attraverso colture alimentari, acqua potabile e interazioni con i lavoratori agricoli e costituiscono un potenziale rischio per la salute umana. Per questa ragione, Tiedje sostiene che gli ARG dovrebbero essere classificati come sostanze inquinanti e che all’ordine del giorno della lotta alla resistenza multifarmaco andrebbe posta anche la questione di una più attenta gestione dei rifiuti che li contengono.

di Antonio Luzi

Pubblicato il 14/2/2013

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

5xmille

FAI UNA DONAZIONE

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio ginecologico

Richieste urgenti tel. 366/3540689 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 16,00 alle 19,00 ed il sabato dalle 9,30 alle 12,30.

Aiuto telefonico

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 366/3540689.

Aiuto via email

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Se sei minorenne chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 366/3540689

Dove trovare la ricetta

Tutti i servizi sono gratuiti (è possibile lasciare un contributo solo se lo si desidera, non verrà richiesto)

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo