ECM con Psichiatria Democratica: "La diagnosi in psichiatria: vecchi e nuovi confini"


La comprensione e il trattamento della grave sofferenza mentale richiedono nuove offerte formative. Una visione minimamente critica riconosce le profonde crisi disciplinari e l'insufficienza dei percorsi didattici maggiormente diffusi (siano essi di base, di specializzazione, di aggiornamento).

Franco Basaglia

Da anni il modello bio-medico risulta dominante nonostante le scarsissime evidenze (sia eziologiche che terapeutiche) e questo dominio appare assoluto in ambiti, come quello diagnostico, propriamente appartenenti all'apparato disciplinare di quel modello. D'altro canto il campo della salute mentale è diventato sempre più residuale all'interno del Sistema Sanitario.

L'aziendalizzazione ed i tagli lineari hanno spesso logorato non solo le concrete pratiche di cura e assistenza, ma la possibilità stessa di progettualità e di innovazione aprendo il fianco alle inevitabili semplificazioni operative e scientifiche. Una gestione al ribasso dell'esistente che sempre di più produce insoddisfazione, disistima del proprio lavoro, burn out. Con notevole danno per tutti: pazienti, famiglie e operatori stessi.

Eppure una miriade di esperienze quotidiane dimostra che approcci maggiormente complessi possono essere vincenti,, che è possibile fronteggiare la grave sofferenza mentale e che sono sempre possibili percorsi di autonomia e restituzione . E' questa miniera di saperi che Psichiatria Democratica vuole far emergere e valorizzare attraverso una specifica proposta formativa, della quale questo Corso di aggiornamento è una tappa significativa.

I percorsi formativi che proponiamo non sono pensati come modelli rigidi, ma come elementi di una concreta utopia, come un laboratorio, un cantiere in continuo movimento.

Per Psichiatria Democratica formazione non è "colmare un vuoto", ma è "dare forma alle pratiche". Non c'è formazione separata dall'esperienza. Occorre, a nostro avviso, ripartire dall'analisi di ciò che accade nel quotidiano delle relazioni, dei contesti, dei poteri e provare a decifrare e trasmettere gli elementi cruciali che consentono di passare dalla semplice qualifica professionale alla ricchezza delle competenze agite nell'incontro con il disturbo psichico. Particolare rilevanza assumono in questa direzione: la valorizzazione del lavoro di squadra, l'empatia impastata con le capacità organizzative, l'enfasi sulla contrattualità sociale e sull'esercizio dei diritti come condizione di salute.

Il Corso rispecchia questo approccio sia dal punto di vista dell'impostazione e delle metodologie di insegnamento (pluralità disciplinare dei Docenti, grande spazio al lavoro di gruppo tra le diverse professionalità ed alla concretezza di esperienze dirette) che da quello dei contenuti affrontati.

Gli argomenti saranno presentati in una prospettiva storica e sarà svolta una revisione critica sulla questione diagnostica cercando di analizzare i rischi e i limiti delle rigidità classificatorie, ma anche gli elementi imprescindibili che emergono nel lavoro quotidiano.

Quale è il significato e l'utilizzo della diagnosi psichiatrica?

Quali fattori e dimensioni di valutazione occorre tenere in conto per comunicare (con gli utenti, con la famiglia, tra operatori)?

Quali strategie consentono di ridurre i meccanismi invalidanti?

Questi interrogativi, peraltro, appaiono di estrema attualità stante la contemporanea uscita della Quinta edizione del Manuale Diagnostico (DSMV), al quale il Corso di Aggiornamento dedicherà una specifica attenzione.

Così come di significativa attualità appare lo spazio (tavola rotonda e gruppo di lavoro) che sarà dedicato al tema degli OPG, attraverso l'analisi della "diagnosi di capacità di intendere e di volere", arricchita con il contributo di giuristi e approfondita nell'ottica del collegamento tra diagnosi e istituzionalizzazione.

Il Corso, infine, vuole costituire anche un'occasione per valorizzare le competenze di ciascuna delle professionalità ed il loro modo di stare insieme, un tentativo di riannodare i fili delle pratiche e delle teorie, nella convinzione che solo questo può garantire un reale miglioramento della qualità dell'intervento in salute mentale.

"La diagnosi in psichiatria: vecchi e nuovi confini" - (attribuisce 21 crediti ecm)

Roma, 19-20 giugno 2014 - per informazioni e programma mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

16 giugno 2014

Pubblicità

Argomenti Correlati

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti