Tanoressia, la mania dell'abbronzatura che mette a rischio i giovani


Estate, prova costume e abbronzatura. Questi gli argomenti che si affacciano con l'arrivo della primavera e, come ogni anno, l'attenzione si dirotta su come evitare i rischi dell'esposizione solare.

Tanoressia

La protezione della pelle è fondamentale per evitare, nei casi più gravi, tumori maligni come il melanoma.

La Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università Federico II, ha condotto un'indagine focalizzando l'attenzione sugli adolescenti.

Pubblicato su Photodermatology, Photoimmunology & Photomedicine, lo studio è stato realizzato da Giuseppe Monfrecola, Direttore della Scuola di Specializzazione in Dermatologia e Venereologia, con il coordinamento di Gabriella Fabbrocini.

La ricerca, condotta su 191 studenti di un liceo di Napoli con età compresa tra i 16 e i 19 anni, ha messo in luce un fenomeno che prende il nome di Tanoressia. "E' la mania da abbronzatura che sta sempre più prendendo piede, soprattutto tra i giovani, esponendoli al rischio di tumori cutanei'', ha spiegato Fabbrocini.

Ecco allora un dato che può allarmare, tra i ragazzi intervistati il 17% ritiene che l'esposizione solare non sia dannosa, il 35% ignora completamente rischi derivanti dall'uso dei lettini solari.

Per la ricercatrice diventa quindi importante, proprio in primavera, preparare la pelle all'appuntamento con il sole estivo.

Per fare ciò, spiega Fabbrocini, ci sono tre azioni importanti e fondamentali: "pulire, tonificare ed idratare".

E' importante che la pelle "arrivi nello stato ideale per accogliere i raggi sani e proteggersi da quelli dannosi come i raggi Uva che, penetrando in profondità, sono responsabili del foto invecchiamento, di allergie solari e nei casi più gravi dei tumori della pelle", aggiunge la dermatologa.

Tra gli ausili indicati dalla specialista, soprattutto per le persone che hanno una pelle soggetta a eritemi solari, gli integratori possono rinforzare il corpo e "aiutare ad assimilare le sostanze di cui ha bisogno per evitare che la pelle reagisca al primo sole ed arrivare sulla spiaggia preparate''.

Adolescenti, quindi, a rischio per l'eccessiva esposizione solare. Proprio per i più giovani sarà utile ricordare, che i danni procurati in età giovanile da un'eccessiva esposizione al sole "riemergono puntualmente a distanza di tempo, rappresentando uno dei fattori principali di rischio di neoplasie cutanee in età adulta", spiega Lucio Andreassi, professore emerito di dermatologia all'università di Siena, sul sito del ministero della Salute.

Insomma, non c'è scelta, è necessario proteggersi. In realtà, meno sole si prende e meglio è (l'esposizione ai raggi UVA+UVB non fa bene alla pelle), ma se lo facciamo è importante proteggerci con dei solari appropriati e possibilmente stare al riparo nelle ora più calde e quando il sole è a picco (ore 11-15).

Una cosa importante, si legge tra i suggerimenti del Ministero, è quella di non scottarsi mai. Se il sole è troppo forte o si avverte fastidio è il momento di indossare un cappello, una maglietta e degli occhiali.

Infine, è importante sapere che l'alimentazione svolge un ruolo non secondario per il benessere della pelle. Di fronte a un periodo così impegnativo per l'epidermide vi sono molti alimenti che possono aiutare perché contengono antiossidanti come, per fare qualche esempio, la vitamina C, la E, beta-carotene.

Seguire, quindi, una dieta equilibrata che contempli molta frutta e verdura. Le carote, ad esempio, sono una buona fonte di beta-carotene che viene trasformato dall'organismo in vitamina A.

Le verdure a foglia scura, come spinaci, broccoli e bieta, contengono vitamina A e E.

Ultima cosa, ma non certo la meno importante per l'idratazione della pelle, bere spesso

IN ARGOMENTO:

La tintarella avverte che l'Rna della pelle è danneggiato

Aprile 2013

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo