Femminicidio di Meredith Kercher, lettera aperta

Lettera aperta
Alla Presidente della Giunta Regionale dell'Umbria' Maria Rita Lorenzetti; Al Presidente del Consiglio Regionale dell'Umbria' Mauro Tippolotti; Al Presidente della Provincia di Perugia ' Giulio Cozzari; Alla Presidente del Consiglio Provinciale di Perugia ' Annina Botta; Al Sindaco del Comune di Perugia ' Renato Locchi ; Al Presidente del Consiglio Comunale di Perugia ' Roberto Ciccone ; Alla Rettrice dell'Università  per Stranieri di Perugia ' Stefania Giannini; Al Rettore dell'Università  degli Studi di Perugia ' Francesco Bistoni;
Gent.me/i Signore e Signori,
  • poiché è ormai passato più di un mese dal femminicidio di Meredith Kercher e poiché questo è divenuto un luogo simbolico in cui come donne e uomini di questa città  ci sentiamo 'uccise/i' e travolte/i noi stesse/i,
  • poiché al di là  delle notizie scandalistiche da 'droga, sesso e rock duro', siamo ancora profondamente ferite/i da questo barbaro assassinio che mostra alcune terribili verità  sulla città  di Perugia,
  • poiché questo non è che un episodio di tanti meno noti e altrettanto tragici casi di violenza, ripetuta, quotidiana, costante e sempre incivile che si attua nel nostro Paese,
  • poiché le varie forme di violenza fisica, psicologica,economica, sono la causa del 70% delle patologie delle donne e la 1° causa di morte per le giovani, fino a raggiungere le cifre assurde di oltre 14 milioni di donne vittime (dati ISTAT);
Chiediamo da parte vostra la dichiarazione di una 'giornata della memoria ' per il giorno 31 gennaio 2008 , a tre mesi dalla morte di Meredith, che sia un forte momento di riflessione e di sdegno anche da parte delle Istituzioni, da tenersi all'interno dell'Università  per gli stranieri, per mostrare come questa regione e questa città , che sono state e vogliono essere in futuro attente ai diritti e alla qualità  della vita, anche dell'ultima/o delle donne e degli uomini, abbiano uno scatto di orgoglio e trovino una forma di riscatto dalla logica del 'non ci riguarda'.

Ci riguarda eccome! vogliamo tenere gli occhi aperti, lo sguardo aperto e lontano: far crescere i ragazzi e le ragazze, i bambini e le bambine, far vivere le anziane e gli anziani, in un mondo dove si possa sperare che la violenza e la sopraffazione possono essere affrontate, punite e sconfitte con particolare attenzione delle istituzioni, oltre che dai comportamenti individuali.

Crediamo che un esempio di assunzione di responsabilità , non solo individuale, ma collettiva, quale le istituzioni dovrebbero rappresentare in una democrazia non cieca e non 'zoppa' di un genere, come è ora la nostra in Italia (84° posto nel mondo per le Pari Opportunità ), debba essere dato.

Confidiamo nel vostro appoggio, che prenderà  voce contro il femminicidio e la violenza sulle/contro le donne in modo ufficiale e non solo ufficiale. Costruiamo a breve in tutto il territorio regionale, progetti concreti e strutture utilizzando anche i fondi europei e nazionali dove questo fenomeno che colpisce una donna su tre nel corso della vita, generalmente tra le mura domestiche ed all'interno della rete degli affetti e delle conoscenze, trovi finalmente risposta concreta e contrasto culturale.

Ricostruiamo in tutte le città  umbre e nelle Università  , quella rete di accoglienza e di rapporti che facciano sentire le/gli studenti, le donne e gli uomini di tutte le età , inseriti nel contesto sociale e culturale in cui hanno scelto di vivere e di studiare.

Non è solo 'questione di immagine', (anche se l'immagine nel mondo attuale è anche uno degli strumenti dello sviluppo!) ma noi ci teniamo a che l'Umbria, e Perugia in particolare, in Italia, in Europa e nel Mondo, torni e continui ad essere un sinonimo di cultura, attenzione alla persona, alla democrazia, alla pace e al rispetto tra le donne e gli uomini. Fiduciose nella vostra attenta e partecipe risposta.

FIRME Marina Toschi - Consigliera di Parità  Regione Umbria, Daniela Margheriti- Comp. del Consiglio di Amm. dell'Università  per gli Stranieri di Perugia, Rita Persichini- Ufficio Consigliera Regionale di Parità , Rosalba Antonini - Ufficio Consigliera Regionale di Parità , Mary Mancinelli- CNA Provincia Perugia, Eustochia Delle Rose- Animatrice di strada, Erminia Emprin - Senatrice di Rifondazione Comunista, Adelaide Coletti- Resp. Reg. politiche di genere PRC- Umbria ' Coord. Naz.Rete femm. S. Europea, Silvia Marconi- Commercialista, Maria Pia Serlupini ' Consigliera delegata alle Pari Opportunità  del Comune di Perugia, Vera Magini - Delegata alle politiche delle differenze e pari opportunità  del Comune di Perugia, Nicoletta Boldrini - Consigliera di Parità  supplente per la Provincia di Perugia, Isabella Rossi ' Traduttrice, interprete e pubblicista, Lorena Pesaresi - Consigliera comunale di Perugia -Gruppo Partito Democratico, Raffaella Chiaranti- Consigliera di Parità  Provincia di Terni, Fiorella Liverani- Consigliera del Com. Naz. di Parità  e Pari Opp. Min del Lavoro, Tiziana Boirivant ' Grafica, Maria Grazia Brinchi -Consigliera del Com.Naz.di Parità  e Pari Opp. Min. del lavoro, Nala Turkovich Giulietti -Presidente dell'Associaz. Impr.'Terziario Donna'Confcomm. Perugia, Alessandra Sensini Prof.- Microbiologia Università  - Presid. Comitato P. O. dell'Università  Perugia, Arianna Tassi- precaria, Barbara Tassi -studentessa Giordano Bruno, Anna Persichini -Direttore di Arte Impresa Leader, Psicologo e Commercialista, Valentina Forti -cittadina di Perugia, Alessandra Oddi Baglioni -Commissione Nazionale Pari Opportunità , Patrizia Proietti -Coordinatrice Commissione Pari opportunità  della Provincia di Perugia, Maria Paola Sabbatini- Componente Commissione Pari Opportunità  della Provincia di Perugia, Francesca Leone- Componente Commissione Pari Opportunità  della Provincia di Perugia, Marta Siena - Componente Commissione Pari Opportunità  della Provincia di Perugia, Danila Baldo - Consigliera di Parità  Provincia di Lodi, Maria Zeppitelli - 'Donne impresa' Coldiretti, Maria Anna Fanelli- Consigliera di Parità  della Regione Basilicata, M.Rosaria Di Tolla- Consigliera supplente Regione Basilicat

Pagina pubblicata il 15 dicembre 2007

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

5xmille

FAI UNA DONAZIONE

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio ginecologico

Richieste urgenti tel. 366/3540689 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 16,00 alle 19,00 ed il sabato dalle 9,30 alle 12,30.

Aiuto telefonico

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 366/3540689.

Aiuto via email

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Se sei minorenne chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 366/3540689

Dove trovare la ricetta

Tutti i servizi sono gratuiti (è possibile lasciare un contributo solo se lo si desidera, non verrà richiesto)