Ictus: il rischio si alza con il diabete fino a triplicarsi

Diabete e ictus al centro dell'attenzione. Secondo un recente studio il rischio di avere un ictus è direttamente proporzionale agli anni di malattia. In altre parole, ogni anno di diabete contribuirebbe all'innalzamento del rischio del 3%.

A sostenerlo è una ricerca condotta da un gruppo di studiosi della Columbia University Medical Center di New York e pubblicata su Stroke.

Secondo gli studiosi, rispetto alle persone non affette da diabete,  il rischio di ictus può triplicare in quei soggetti colpiti dalla malattia da almeno 10 anni.

Il lavoro portato a termine dai ricercatori americani è in realtà il primo che ha studiato  la relazione tra la durata del diabete tipo 2  con il rischio di ictus ischemico,  sia nelle donne che negli uomini.

Lo studio ha coinvolto circa 3.300 persone con un'età media di 69 anni. Tutti i soggetti non erano mai stati colpiti da un ictus mentre il 22% di loro soffriva di diabete tipo 2. Nei successivi  9 anni un ulteriore 10% delle persone coinvolte nello studio veniva colpito dal diabete.

Gli scienziati hanno potuto osservare che il rischio di ictus aumentava del 70% in quelle persone che almeno da cinque anno soffrivano di diabete, dell'80% in quelle che ne soffrivano per un periodo che andava da 5 ai 10 anni per arrivare al 300% in quelle che invece erano affette dalla patologia da oltre i 10 anni.

Il dato esclude altri fattori di rischio per l'ictus, come il fumo, le malattie cardiache, l'ipertensione, la scarsa attività fisica e il colesterolo.

Diabete e Diabesity

Diabete tipo 1 e 2: si previene perdendo peso

In Italia un ictus ogni tre minuti

Diabete: alimentazione, diete e attività fisica

Diabete gestazionale

Diabete: esami consigliati

Diabete: quali sono le diete salutari

Diabete: cura e farmaci

5 marzo 2012

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

5xmille

FAI UNA DONAZIONE

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio ginecologico

Richieste urgenti tel. 366/3540689 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 16,00 alle 19,00 ed il sabato dalle 9,30 alle 12,30.

Aiuto telefonico

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 366/3540689.

Aiuto via email

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Se sei minorenne chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 366/3540689

Dove trovare la ricetta

Tutti i servizi sono gratuiti (è possibile lasciare un contributo solo se lo si desidera, non verrà richiesto)

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo