Il talco può essere dannoso per la salute umana?

Il governo del Canada sta prendendo misure che vietano o limitano l'uso del talco in alcuni prodotti.

Talco

Dopo aver esaminato le più recenti ricerche scientifiche e aver prodotto una bozza di valutazione dello screening, il governo "propone che l'inalazione di polveri di talco sfuso e l'utilizzo di determinati prodotti contenenti talco nella zona genitale femminile possano essere dannosi per la salute umana".

L'annuncio è stato reso mercoledì sul sito Web di Health Canada.

La bozza di valutazione dello screening sarà pubblicata nella Gazzetta del Canada, Parte I, e sarà aperta per un commento pubblico per 60 giorni, fino al 6 febbraio 2019. Ambito di gestione del rischio, che delinea le possibili misure per gestire i rischi identificati nella bozza di valutazione di screening, sarà aperta anche per un commento pubblico per lo stesso periodo di 60 giorni.

Nella nota si precisa che l'approccio di valutazione e gestione del rischio finale terrà conto di eventuali commenti e nuove prove ricevute durante il periodo di consultazione.

Nessuna azione, come le etichette di avvertimento o un divieto, sarà presa fino a quando questa valutazione finale non sarà pubblicata.

Il documento rileva che la bozza di valutazione non identifica i rischi per la salute umana derivanti da esposizioni orali, tra cui il talco negli alimenti e nelle droghe; esposizioni cutanee come l'applicazione di prodotti contenenti talco alla pelle; o esposizioni inalatorie da shampoo per capelli secchi o prodotti in polvere pressati, come cosmetici come ombretti e fard.

Tuttavia, la valutazione ha identificato due scenari di esposizione potenzialmente preoccupanti per la salute umana.

Uno era l'inalazione di particelle fini di talco durante l'uso di polvere sfusa, prodotti per la cura personale (ad es. Polvere per il corpo, polvere per bambini, cipria, polvere per i piedi), potenzialmente con conseguente danno ai polmoni.

Secondo quanto riportato nelle note del documento, l'altro scenario di preoccupazione era l'esposizione della zona perineale femminile, che include i genitali, ai prodotti di auto-cura contenenti talco (es. Polvere per il corpo, polvere per bambini, creme per pannolini e arrossamenti, antitraspiranti e deodoranti per il corpo, salviettine per il corpo), poiché questo tipo di esposizione è stata associata al carcinoma ovarico negli studi sulla popolazione umana.

Le cause legali americane

La decisione canadese si inserisce in una crescente controversia, nonché a battaglie legali ferocemente combattute negli Stati Uniti, a prescindere dal fatto che l'uso del talco nell'area genitale femminile contribuisca al cancro ovarico.

La controversia sta nel definire se il talco stesso è cancerogeno, e il problema è complicato perché il talco è talvolta contaminato dall'amianto (i due talvolta si presentano naturalmente insieme).

Su questo la comunità scientifica non ha raggiunto un consenso.

Una recente recensione che compare sul Journal of Cancer Prevention (Eur J Cancer Prev. 2008; 17: 139-146.) Conclude che "l’insieme dei dati non indica che il talco cosmetico causi il cancro ovarico". L'eterogeneità negli studi sull’utilizzo perineale ha sollevato importanti preoccupazioni sulla validità delle misurazioni dell'esposizione e la mancanza di un effetto dose-risposta coerente limita l'inferenza causale. Forse ancora più importante, non è noto se la polvere di talco esterna penetri nel tratto riproduttivo femminile, e le misure di esposizione interna al talco come diaframmi spolverati di talco e preservativi in ​​lattice non mostrano alcuna relazione con il rischio di cancro ovarico. Il talco non è genotossico e la meccanica, la patologia e gli studi sui modelli animali non hanno trovato prove di effetti cancerogeni, viene spiegato nell’articolo.

Tuttavia, una recente revisione in Epidemiology (Epidemiology. 2018; 29: 41-49), ha concluso che "in generale, esiste un'associazione coerente tra l'uso del talco perineale e il cancro ovarico". Questo era basato su una meta-analisi di studi osservazionali che includeva almeno 50 casi di cancro ovarico e ha esaminato 24 studi caso-controllo (13.421 casi) e tre studi di coorte (890 casi, 181.860 persone-anno).

Negli Stati Uniti, migliaia di cause legali sono state presentate da individui o famiglie di persone decedute, sostenendo che il cancro ovarico era causato dall'uso di prodotti di talco come Baby Powder e Shower-to-Shower prodotti da Johnson & Johnson. Si dice che la compagnia sia di fronte a più di 10.000 querelanti.

Molte delle cause già discusse hanno dato ragione ai querelanti, ma le sentenze sono spesso diverse e contraddittorie.

Ad esempio, una giuria del Missouri ha ordinato a Johnson & Johnson di pagare $ 72 milioni di danni alla famiglia di una donna morta per cancro ovarico. Tuttavia, in due casi le giurie in appello hanno ribaltato i premi multimilionari: Un'altra donna del South Dakota ha ricevuto originariamente $ 55 milioni nel 2016, ma a giugno il verdetto è stato annullato. Nell'agosto 2017, una giuria di Los Angeles ha assegnato $ 417 milioni ad un’altra donna, ma il verdetto è stato annullato due mesi dopo.

Una causa legale nell'ottobre del 2018, che coinvolge una donna del New Jersey, ha liberato Johnson & Johnson dalla responsabilità in un caso di mesotelioma e del prodotto in polvere per bambini dell'azienda.

In uno dei casi più recenti, Johnson & Johnson è stata condannata a luglio a pagare $ 4,7 miliardi a 22 donne e alle loro famiglie, che hanno affermato che l'amianto nei prodotti di talco dell'azienda li ha portati a sviluppare il cancro ovarico. La società ha affermato che il verdetto è "fondamentalmente ingiusto" e afferma che i suoi prodotti di talco non contengono amianto.

Spiegazione del collegamento talco-amianto

Il talco è un minerale presente in natura, estratto dalla terra, composto da magnesio, silicio, ossigeno e idrogeno, spiega la Food and Drug Administration. Osserva inoltre che l'amianto, un altro minerale di silicato naturale, può essere trovato nelle immediate vicinanze della terra, e quindi i siti minerari dovrebbero essere selezionati con cura. "A differenza del talco, tuttavia, l'amianto è un noto cancerogeno", osserva l'agenzia.

La FDA afferma che "continua a indagare e monitorare le segnalazioni di contaminazione da amianto in alcuni prodotti cosmetici" e osserva che il talco è usato in molti prodotti cosmetici, tra cui polvere per bambini e trucco come cipria e ombretto.

L'American Cancer Society spiega che l'amianto a volte si trova naturalmente nel talco, ma le linee guida emesse negli Stati Uniti nel 1976 richiedevano la rimozione dell'amianto dai prodotti di talco commerciale.

Tuttavia, molti gruppi di consumatori osservano che si tratta di un'area che non è ufficialmente regolamentata e segnala che i prodotti di bellezza venduti negli Stati Uniti sono stati trovati contenenti amianto / talco. I gruppi di consumatori sottolineano inoltre che il talco nei cosmetici è stato rimosso dall'Unione europea, ma è ancora consentito negli Stati Uniti.

L'American Cancer Society sottolinea anche che è importante distinguere tra i due. Il talco che contiene amianto è generalmente accettato come in grado di provocare il cancro se viene inalato. Tuttavia, le prove sul talco privo di amianto sono meno chiare, osserva.

Cita anche le conclusioni formulate dall'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC), che fa parte dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Lo IARC classifica il talco che contiene l'amianto come "cancerogeno per l'uomo".

Sulla base della mancanza di dati da studi sull'uomo e su dati limitati in studi su animali da laboratorio, la IARC classifica talco inalato non contenente amianto come "non classificabile per cancerogenicità nell'uomo".

Poiché vi sono prove limitate di studi sull'uomo che mostrano un legame con il carcinoma ovarico, lo IARC classifica l'uso perineale (genitale) della polvere per il corpo a base di talco come "potenzialmente cancerogeno per l'uomo".

L'US National Cancer Institute afferma che "il peso dell'evidenza non supporta un'associazione tra esposizione al talco perineale e un aumentato rischio di cancro ovarico".

Fonte Medscape

IN ARGOMENTO:

Tumore all'ovaio, spiegata la velocità delle metastasi e la resistenza agli antitumorali

15 dicembre 2018

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio ginecologico

Richieste urgenti tel. 366/3540689 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 366/3540689.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 366/3540689

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo