Natale, per non ingrassare i trucchi di una dieta pre-natalizia


Quello che è certo è che con le feste natalizie l'attenzione al proprio peso cala. Sono troppe le occasioni, tra pranzi, cene e merende, in cui è possibile fare il pieno di calorie. La soluzione per non trovarsi con i chili di troppo è quella di giocare d'anticipo con una dieta ipocalorica da circa 1.100 calorie da iniziare una settimana prima delle performance alimentari di Natale.

Dieta natalizia

La proposta viene da un esperto, Pietro Migliaccio, presidente della Società italiana di scienze dell'alimentazione (Sisa). Ed è proprio quella di limitare al minimo gli effetti gastronomici del Natale che poi si rivelano sui fianchi e l'addome.

Come spiega Migliaccio, nel periodo natalizio si "rischia di aumentare tra i due e i quattro chili, per questo è meglio giocare d'anticipo".

E allora vediamo come è possibile prepararsi in modo che il nostro organismo possa gestire al meglio lo tsunami calorico che finisce solo dopo l'Epifania.

Alla base della regime alimentare pre-natalizio proposto dall'esperto c'è un piatto tradizionale ma "sempre verde", il minestrone di verdure.

Verdure di stagione, ovviamente, con l'aggiunta di 40 grammi di pasta, di un cucchiaino d'olio e una spruzzata di parmigiano grattugiato. Un piatto semplice da consumare tre volte a settimana.

Per la giornata si può scegliere.

Ad esempio a colazione si può optare tra latte parzialmente scremato (max 100 millilitri) con un cucchiaino di zucchero e una fetta biscottata. Il caffè è a piacere (ma il cucchiaino di zucchero resta sempre uno solo, quindi bisogna scegliere dove metterlo).

Oppure, sempre per la colazione, si può scegliere il tè al posto del latte, ma sempre con un cucchiaino di zucchero. Però, grazie alla mancanza delle calorie del latte, le fette biscottate possono essere due, anziché una.

A metà mattina è consentito un cappuccino, oppure della frutta scegliendo tra due mandarini, un'arancia, una mela, un kiwi, una piccola banana o, al massimo, due etti di ananas.

Siamo al pranzo, qui l'indicazione vale per tutta la settima. E' possibile alternare alcuni alimenti fermo restando che come condimento è concesso al massimo un cucchiaio d'olivo extravergine d'oliva, ma c'è anche la possibilità di consumare mezza rosetta.

A pranzo quindi si possono alternare ottanta grammi di tonno al naturale sgocciolato, due hamburger da 70 grammi l'uno, due uova (potete farle in camicia o alla coque, ma anche sode), 70 grammi di formaggio light, arrosto di tacchino, salmone affumicato.

Come contorno, le verdure sono a piacere.

Nel pomeriggio ci si può concedere del tè (sempre con il solito cucchiaino di zucchero) accompagnato da un paio di fette biscottate.

A cena si può consumare carne o pesce preparati secondo le proprie abitudini. La verdura, sempre presente, può fare da contorno. Il pane deve essere poco oppure si può optare per 150 grammi di legumi o di patate.

Migliaccio spiega che questo tipo di dieta può, in generale, essere seguita da tutti ma, avverte, "è preferibile che chi ha particolari patologie consulti il proprio medico".

Insomma, iniziando con questo regime alimentare una settimana prima dei grandi festeggiamenti, si dovrebbe essere al riparo dall'aumentare il proprio peso anche se ci lasciamo un po' andare ai piaceri della gola e della convivialità.

Secondo i calcoli di un altro esperto, durante le festività natalizie si introducono mediamente 14 mila calorie in più.

Il conto è presto fatto, tra Natale e l'Epifania, ne assumiamo circa mille in più ogni giorno, calorie che tradotte in peso corporeo si trasformano in circa 2 kg di peso in eccesso.

Se nonostante la dieta che gioca d'anticipo il peso corporeo dovesse aumentare, tutti tranquilli, ci ritroveremo qui a spiegare come sarà possibile rimediare.

IN ARGOMENTO:

Forma fisica e feste di Natale, i consigli degli esperti

Le diete dimagranti

3 dicembre 2013

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti