E-cig, Veronesi attacca: il governo rema contro e non pensa alla salute dei cittadini


Secondo Umberto Veronesi le sigarette elettroniche non sono cancerogene, tuttavia il governo "rema contro" e l'aumento delle tasse sull'e-cig non corrisponde ad un interesse per la salute dei cittadini, ma solo a fare cassa.

Sigarette elettroniche

Ieri il noto oncologo, intervistato in diretta da RaiNews24, aveva spiegato che la sigaretta elettronica andrebbe chiamata sigaretta libera dal tabacco (tobacco free). Non c'è tabacco – aveva spiegato – non c'è carta, quindi non c'è combustione.

E' infatti proprio la combustione che libera le sostanze tossiche e cancerogene. Ma con la e-cig c'è vapore acqueo, tuttavia assicura "si accende" e consente al fumatore di mantenere la stessa gestualità. Insomma "un grande passo in avanti di queste sigarette senza tabacco".

Veronesi aveva poi aggiunto che se tutti i fumatori, in teoria, passassero alla e-cig " in Italia avremmo circa 30 mila morti in meno e risparmieremmo 3 miliardi di euro".

Oggi l'oncologo, a margine dell'iniziativa organizzata all'Istituto Europeo di Oncologia (Ieo) proprio per la presentazione di uno studio sulla sigaretta elettronica, ha ribadito il suo pensiero.

Per Veronesi, la sigaretta elettronica è una opportunità per i fumatori di smettere di fumare, o almeno di ridurre il fumo di sigaretta tradizionale, ormai ritenuta come causa principale del tumore al polmone.

Tuttavia, ha aggiunto, "Il dibattito sulla e-cig ha centrato la sua attenzione solo sul mercato. Chi le deve vendere, quali interessi nascondono e se lo Stato ci deve, o può, guadagnare".

Invece, ha spiegato l'ex ministro, non ci si è soffermati abbastanza sul questione centrale, cioè sulla salute dei cittadini.

Ogni giorno le sigarette con il tabacco causano delle morti, ma "Addirittura il nostro Stato, attraverso il Monopolio sui pacchetti di sigarette, lucra su questa tragedia invece di combatterla con ogni mezzo che la ricerca scientifica mette a disposizione".

In altre parole, per l'oncologo il governo per fare soldi ha aumentato la tassazione sulle sigarette elettroniche non preoccupandosi degli effetti di questa decisione. Veronesi ha poi aggiunto che il fenomeno delle e-cig, in crescita fino a poco fa, si è sgonfiato causando la chiusura di molti negozi.

Insomma, con l'introduzione di una tassa pari al 58,5%, non solo sul prezzo della e-cig, ma anche su i ricambi e i liquidi, il governo ha ottenuto la fuga di molti produttori.

"Certo, lo Stato ci guadagna di più con le sigarette tradizionali – ha chiarito - senza pensare però che ogni anno spende tre miliardi di euro per curare i 50 mila tumori che si sviluppano in Italia a causa del fumo".

In sintesi, per Veronesi è necessario diffondere, tra le persone che già fumano, l'uso della sigaretta elettronica tanto da poterne ipotizzare la vendita anche attraverso i distributori automatici.

La battaglia contro il fumo è il problema di salute più grave, ha aggiunto l'ex  ministro della Salute che ha esternato "il dovere morale di studiare scientificamente la sigaretta smoke free", cosa che farà l'Istituto europeo.

IN ARGOMENTO:

Sigarette elettroniche, tassa del 58,5% e solo nei tabacchi. Lorenzin: "Non è giusto"

Dubbi sulle sigarette elettroniche, farebbero male alla salute

Allarme per metalli pesanti nelle E-cig, serve una regolamentazione

5 novembre 2013

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti