Rasi, in Italia 37% della ricerca è non-profit


«In Italia il 37% degli studi di ricerca è non-profit, contro la media del 20% registrata in Europa».

A fare il punto della situazione è stato Guido Rasi, direttore generale dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), intervenendo ieri a Roma al convegno 'La ricerca indipendente in Italia a 5 anni dal decreto sugli studi non-profit', organizzato nella sede dell'Istituto superiore di sanità dalla Federazione delle associazioni dei dirigenti ospedalieri internisti (Fadoi).   È dunque trascorso un primo quinquennio dalla pubblicazione in Gazzetta ufficiale del decreto ministeriale sulle sperimentazioni cliniche finalizzate al miglioramento dell'assistenza sanitaria, e il bilancio che emerge dall'incontro è positivo: «Se nel 2003 la ricerca non-profit era il 29% - ha detto Rasi - nel 2009 si è giunti al 37%.

Il 59% dei promotori di questi studi è composto da Asl/aziende ospedaliere, il 29% da Irccs (Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico), il 13% da associazioni scientifiche e l'11% dalle università.
Interessante notare che oltre la metà della ricerca non-profit è rappresentata da trial di fase II. 

Il 50% delle sperimentazioni riguarda farmaci anticancro e immunomodulatori, ma l'Italia eccelle nel settore degli antiparassitari».

Fra il 2005 e il 2008, ha aggiunto Rasi, «l'Aifa ha finanziato, con il fondo dedicato a questo settore, 190 studi per un totale di 90 milioni di euro stanziati».

Insomma, ha concluso il direttore generale dell'Agenzia, «la storia della ricerca indipendente nel nostro Paese è buona, ha molti aspetti positivi, ma anche molti da migliorare: l'eccessiva frammentazione, le risorse ancora scarse, la necessità di una programmazione nazionale per evitare sovrapposizioni e ottimizzare le risorse». 

Pagina pubblicata il 04 marzo 2010

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo