Anoressia: Il trattamento di gruppo


Anoressia, il trattamento di gruppo. Nel gruppo delle obese l'età media è più alta di quella delle pazienti anoressiche e bulimiche(Una media intorno ai 40 anni). Spesso si tratta di persone sposate e con figli. Non di rado sono presenti alcuni elementi di sesso maschile che possono fornire una maggiore ricchezza e varietà di esperienze.

Il lavoro con questi pazienti è particolarmente complesso e delicato.

Apparentemente i soggetti obesi o con alimentazione incontrollata presentano una forte domanda, superiore a quella delle anoressiche o bulimiche. La mancanza di condotte riparative(Vomito,lassativi), lascia il senso di colpa nella sua massima espressione punitiva, questo attiva dei circoli viziosi molto angoscianti.

Soprattutto nelle BED: abbiamo l'attacco compulsivo per lenire i sensi di colpa, che genera un senso di forte vuoto e depressione e la spinta ad una nuova condotta compulsiva. Così la sofferenza legata al disturbo è avvertita in modo acuto.

Ma dopo una fase iniziale di grande motivazione, nell'analisi di gruppo, emergono delle posizioni di stasi e immobilità: un attaccamento al sintomo e ai vantaggi secondari che esso garantisce. Per tutte queste pazienti, l'obesità costituisce un ancoraggio a una vita al riparo dal confronto con il mondo, la chiusura in un microcosmo dominato dall'accudimento all'Altro familiare, un Altro riconosciuto come vessatorio e impositivo, ma rispetto al quale si sviluppa una posizione di grande dipendenza.

Il legame con le figure chiave della propria esistenza si mantiene proprio attraverso il troppo pieno, l'ingurgitare parossistico(ti ingurgito per liberarmi di te).

Questo stile di relazione con l'Altro finisce col diventare la modalità stessa di riorganizzare i rapporti col mondo.

Il cibo veicola un godimento che ripaga, consola, premia, da un quotidiano spesso vissuto sotto la pressione costante di un Altro richiedente, bisognoso, invadente, che richiede sottomissione assoluta, sacrificio costante: un dare senza repliche, senza no, senza poter aver diritto ad avere qualcosa in cambio.

Nella percezione di queste persone, il contesto che le circonda è un insieme di relazioni che, se da una parte rassicura, dall'altra rischia di assorbire completamente la soggettività di questi nostri pazienti.

Si potrebbe dire che assistiamo ad un abuso generalizzato, invischiante, dai confini mal definiti. Spesso la dimensione di alienazione nell'Altro non presenta alcuna traccia di possibilità di separazione, a volte nasconde una rabbia cieca e incontrollabile, completamente inconscia e indicibile.

Marta per esempio si è fatta carico di proteggere la sorellina dal padre alcoolista, violento, abusante, dalle suo minacce di morte, offrendo il suo corpo come scudo e ostaggio. La madre sarà la fonte di amore, ma anche la fonte dell'odio, della sofferenza, della delusione: non l'ha saputa proteggere, esponendola all'abuso incontrollato del padre. Marta ha gettato su di sé tutto quest'odio e questa sofferenza.

Anoressia - Bulimia - Obesità Dipartimento di salute mentale RMD Centro integrato di psicoterapia: Psico-diagnostica, Terapia di gruppo, Terapia individuali, Gruppi Coordinamento e sinergia con le strutture internistiche territoriali

Via Giovagnoli, 29 - Roma - Per qualsiasi richiesta: Dr Elisabetta Spinelli - Tel. 333 3517503 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina aggiornata il 10 giugno 2009

Pubblicità

Argomenti Correlati

Anoressia

Anoressia e bulimia, cosa c'è dietro al disturbo. Non si mangia soltanto per sostentarsi, mangiare è un'attività carica di simboli e con essa esprimiamo la nostra relazione con il mondo

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo