Niente Ecopass per medici milanesi

Anche i medici di famiglia milanesi che hanno pazienti nel centro cittadino dovranno pagare la 'tassa ecologica', in vigore dal 2 gennaio a Milano, per entrare nell'area a traffico limitato con veicoli 'inquinanti'.

Per loro, infatti, non è stata prevista nessuna esenzione, anche se, nell'area interessata ai limiti di circolazione, sono tanti i pazienti anziani, molti dei quali in regime di assistenza domiciliare integrata. Lo denunciano i camici bianchi del Sindacato nazionale autonomo medici italiani (Snami) che sono pronti a gesti eclatanti:"da febbraio organizzeremo periodicamente banchetti in strada, all'altezza dei varchi per il centro, e visiteremo i pazienti per strada", annuncia Roberto Carlo Rossi, presidente dello Snami Lombardia.

Rossi ricorda che sui circa 950 medici di famiglia milanesi almeno 400 hanno pazienti nel centro cittadino. "Si tratta soprattutto di assistiti anziani - precisa - e durante il periodo influenzale un medico può dover fare 5 o 6 visite nell'area a traffico limitato, che tra l'altro è piuttosto allargata. Impossibile pensare di utilizzare i mezzi pubblici che allungherebbero troppo i tempi, privando altri pazienti dell'adeguata assistenza".

Per il presidente dello Snami Lombardia basterebbe semplicemente dotare i camici bianchi di un pass,valido dalle 8 alle 20, orario in cui i medici di famiglia garantiscono la loro assistenza. "Purtroppo - dice Rossi- da parte del Comune non c'è stata sufficiente attenzione a questo problema. Abbiamo ricevuto una telefonata per l'organizzazione di un incontro il 28 dicembre. Una riunione avrebbe dovuto tenersi il 31 dicembre.

Ma i numeri degli uffici preposti, dove abbiamo chiamato, squillavano a vuoto". Lo Snami, però, non si arrende. "Partiremo con i nostri banchetti per strada, finché non ci saranno risposte", ha concluso Rossi. 

Pagina pubblicata il 07 gennaio 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

5xmille

FAI UNA DONAZIONE

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio ginecologico

Richieste urgenti tel. 366/3540689 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 16,00 alle 19,00 ed il sabato dalle 9,30 alle 12,30.

Aiuto telefonico

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 366/3540689.

Aiuto via email

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Se sei minorenne chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 366/3540689

Dove trovare la ricetta

Tutti i servizi sono gratuiti (è possibile lasciare un contributo solo se lo si desidera, non verrà richiesto)

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo