La psicosi puerperale: come si riconosce, i sintomi

Psicosi puerperale

La psicosi post-partum è una psicopatologia grave che colpisce una donna in gravidanza su 1000 dopo che questa ha partorito. I fattori che risultano associati con la psicosi puerperale sono diversi: primo parto, pregressi disturbi psichici, familiarità psichiatrica, disturbi di personalità, fattori biologici.

Pubblicità


Nelle primipare il rischio di una psicosi puerperale è più alto, anche se il disturbo si può ripetere nella gravidanze successive. La presenza di disturbi psichiatrici soprattutto depressivi nella storia costituisce un fattore predittivo.

La sintomatologia si manifesta entro le prime 2-3 settimane dal parto ed il ricovero in ospedale, spesso necessario e immediato, avviene di solito entro il primo mese.

Il quadro è composito in quanto coesistono i sintomi così detti 'affettivi' (eccitamento, depressione o una miscela dei due detta stato misto) con i disturbi del pensiero: delirio, allucinazioni, perplessità, incoerenza, disorganizzazione evidente del comportamento, disorientamento e confusione mentale.

Si definisce delirio uno stato molto particolare in cui sono presenti delle convinzioni assurde, bizzarre e minacciose riguardo al bambino o alle figure di attaccamento, non si tratta di dubbi o paure, ma di vere certezze inconfutabili. l contenuti del deliro possono essere più tipicamente depressivi e riguardare la vita e la salute del bambino, che la madre crede compromesse spesso per colpa.

Oppure i deliri possono essere 'incongrui' cioè non legati alla depressione: ci si può, per esempio, sentire spiati, controllati, perseguitati - qualcuno ha messo delle microspie dentro casa – qualcuno (magari la suocera o un organizzazione di spionaggio) vuole rapire il bambino, oppure convinzioni che il bambino sia stato "scambiato" con un altro non suo, oppure un delirio di negazione dell'esistenza stessa del figlio e della maternità o della propria vita.

In questa condizione il rischio di infanticidio e/o suicidio è elevato.

A ciò si possono accompagnare delle percezioni molto strane (ad es. un odore di incenso o cadaverico oppure un odore particolare che emana dal proprio corpo, spesso voci minacciose, giudicanti o che indicano compiti misteriosi che si dovrebbe portare a termine, ecc...).

Il tutto si accompagna spesso ad uno stato di confusione oniroide, alla perdita degli istinti vitali, aggravando tutte le caratteristiche della depressione di cui abbiamo parlato (i sensi di colpa diventano molto più gravi e del tutto irrealistici, la vergogna diventa sentimento di indegnità, i sentimenti di svalutazione diventano gravi e le autoaccuse minacciose, l'inibizione motoria si può alternare ad una forte agitazione che può condurre anche ad agiti pericolosi per la propria salute e quella del proprio bambino).

La durata della malattia viene indicata attualmente intorno ai due mesi. La prognosi è generalmente buona, anche se hanno una tendenza a recidivare. Le ricadute assumono le caratteristiche della crisi precedente.

IN ARGOMENTO:

La depressione post-partum, sintomi, causa e cura

Baby blues, cos'è

Come riconoscere la depressione post-partum

Il disturbo depressivo post-partum, i sintomi

Depressione post partum: cosa fare, quale cura

Depressione post-partum: fattori di rischio

Depressione post partum: terapia, valutazione psichiatrica e ricovero

La salute in gravidanza

6 febbraio 2017

Centro Depressione Post-Partum ASL ROMA 3 Via Colautti 30 - Referente: Dott.ssa Elisabetta Spinelli, Tel: 333 3517503, Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Allattamento al seno

Sei hai problemi ti aiuta Gabriella Pacini Consulente internazionale per l'allattamento al seno (IBCLC) Tel. 3339856046 oppure scrivi gabriella.pacini@gmail.com