Lavorare al videoterminale (computer): disturbi oculo-visivi


L'attività a computer può detreminare affaticamento oculo-visivo i cui principali fattori di rischio sono la inadeguata correzione delle lenti, le condizioni microclimatiche e di illuminazione sfavorevoli e tempi prolungati di utilizzo

Le problematiche di salute legate all'attività comportante utilizzo di computer (unità video) interessano principalmente 3 apparati: quello oculo-visivo, osteoarticolare e psicologico. In questa prima parte analizziamo quelle oculo-visive.

Vorrei subito togliere ogni dubbio riguardo il peggioramento della capacità visiva a seguito di lavoro a pc. I difetti di rifrazione (miopie, ipermetropie, astigmatismi) non peggiorano se un lavoratore trascorre molte ore al computer.

Eventualmente se non corretto o mal corretto il lavoratore può accusare disturbi legati alla cattiva o mancata correzione.

Le problematiche maggiori si riscontrano con i disturbi della motilità oculare: alterazioni, anche lievi, della motilità oculare (il sistema che garantisce i movimenti degli occhi ed il meccanismo dell'accomodazione-convergenza) possono determinare "stanchezza visiva" che, con un termine scientifico definiremo "astenopia".

Anche fattori extra oculari possono aggravare o scatenare una astenopia. Ad esempio scarse o eccessive condizioni di illuminazione, la presenza di abbagliamenti o riflessi sul monitor sia essi determinati dall'illuminazione artificiale che naturale.

Anche le condizioni microclimatiche possono condizionare disturbi astenopici (temperatura, umidità dell'aria), soprattutto per chi utilizza lenti a contatto.

In alcuni soggetti inoltre è scarsa la produzione lacrimale, condizione che può aggravare il senso di secchezza. Infine i tempi di utilizzo del pc: trascorrere molte ore con una visione ravvicinata e protratta é la principale causa di stanchezza visiva.

Le visite di idoneità sono previste dal titolo VI del Decr. Leg.vo 626/94 e dall'art. 21 della Legge 422/2000 e sono previste.

Qualora il lavoratore operi a videoterminale per un tempo superiore alle 20 ore complessive settimanali (4 ore medie al giorno) è d'obbligo la sorveglianza sanitaria. Le visite devono essere corredate da un esame della vista e degli occhi.

In genere il medico competente utilizza un ortoanalizzatore (uno strumento di screening visivo) o invia allo specialista oculista per un controllo oculistico e ortottica (della motilità oculare).

La periodicità delle visite è biennale sopra i 50 anni e ove presenti prescrizioni. In tutti gli altri casi è quinquennale (salvo controlli più ravvicinati stabiliti dal medico competente).

Problematiche osteoarticolari (parte seconda)

L'attività a computer spesso determina sindromi dolorose alla struttura osteomuscolare della parte alta del corpo, dovuta a posture incongrue o scelta di arredi inadeguati

Problematiche psico-sociali (parte terza)

Esistono fattori lavorativi di stress che si interscambiano con fattori individuali di personalità: la genesi dello stress

Infortuni sul lavoro e malattie professionali - INAIL

Torna a Medicina del lavoro 

Dott. Cristiano Ravalli Medico Chirurgo - Odontoiatra - Specialista in Medicina del Lavoro Esperto del Ministero della Salute per il Programma E.C.M. Consulente Tecnico del Tribunale di Milano n. 9847 Piazza Gerusalemme, 4 - 20154 - Milano Tel./Fax 02/3452021 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina aggiornata il 30/8/2006

Pubblicità

Argomenti Correlati

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582