Lavorare al videoterminale (computer): disturbi psicologici


Esistono fattori lavorativi di stress che si interscambiano con fattori individuali di personalità: la genesi dello stress

Le problematiche di salute legate all'attività comportante utilizzo di computer (unità video) interessano principalmente 3 apparati: quello oculo-visivo, osteoarticolare e psico-sociali. In questa parte analizziamo quelli psicosociali.

Un aspetto spesso trascurato sono le conseguenti psicosociali legate all'attività a computer o meglio all'attività di ufficio più genericamente.

L'art. 53 del Dec. Leg.vo 626/94 prevede che il datore di lavoro assegni compiti e mansioni comportanti uso di videoterminale evitando la ripetitività e la monotonia delle operazioni.

Il medico competente che effettua la sorveglianza sanitaria deve tener conto anche di eventuali problemi legati all'affaticamento mentale. . E' obbligatoriamente sottoposto a sorveglianza sanitaria (visite mediche) chi utilizza il computer per almeno 20 ore settimanali (art. 21 Legge 319/2001).

I fattori di rischio lavorativi nella genesi dello stress sono principalmente: conflitti di ruolo o ambiguità di ruolo (non saper quale è la propria mansione/compiti), eccessiva o scarsa responsabilità, sovraccarico o sottocarico di lavoro, ritmo eccessivo, monotonia, problematiche con colleghi o superiori, restrizioni, assenza di sicurezza del posto di lavoro, interfaccia con l'esterno (pendolarismo, problematiche a gestire lavoro e famiglia).

Tutti questi fattori vengono interfacciati da caratteristiche di personalità o fattori individuali che determinano una capacità maggiore o minore di "sopportare" i fattori sovracitati.

Le conseguenze sono le più disparate. Sintomi quali cefalea, disturbi gastrici, palpitazioni, insonnia, ansia, depressione.

Per poter sostenere una diagnosi di stress lavorativo e' necessario tuttavia effettuare una corretta diagnosi differenziale.

Problematiche oculo-visive (parte prima)

L'attività a computer può detreminare affaticamento oculo-visivo i cui principali fattori di rischio sono la inadeguata correzione delle lenti, le condizioni microclimatiche e di illuminazione sfavorevoli e tempi prolungati di utilizzo

Problematiche osteoarticolari (parte seconda) L'attività a computer spesso determina sindromi dolorose alla struttura osteomuscolare della parte alta del corpo, dovuta a posture incongrue o scelta di arredi inadeguati.

Torna a Medicina del lavoro 

Dott. Cristiano Ravalli Medico Chirurgo - Odontoiatra - Specialista in Medicina del Lavoro Esperto del Ministero della Salute per il Programma E.C.M. Consulente Tecnico del Tribunale di Milano n. 9847 Piazza Gerusalemme, 4 - 20154 - Milano Tel./Fax 02/3452021 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina aggiornata il 30/8/2006

Pubblicità

Argomenti Correlati

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582